Italia markets open in 4 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,20 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,65 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.853,21
    -11,11 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1906
    -0,0018 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    42.515,48
    +558,84 (+1,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.022,75
    +79,58 (+8,44%)
     
  • HANG SENG

    28.619,12
    -479,17 (-1,65%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     

Petrolio: Brent e WTI a record da gennaio 2020 sopra $60 per tensioni geopolitiche e speranze fine lockdown

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

Le rinnovate tensioni tra Yemen e Arabia Saudita fanno salire le quotazioni del petrolio. Incidono anche l'ottimismo per l'arrivo di nuovi stimoli fiscali da parte dell'amministrazione di Joe Biden e la speranza per l'allentamento dei lockdown da coronavirus negli Stati Uniti e nel mondo. Le quotazioni del petrolio Brent sono balzate fino a $63,44 al barile, al massimo dal 22 gennaio del 2020. Il contratto WTI è salito fino a $60,77, al record dall'8 gennaio dello scorso anno. Al momento le quotazioni del WTI avanzano dell'1,82% a $60,55 mentre quelle del Brent salgono dell'1,35% a $63,27 al barile. Continua la corsa per i prezzi del petrolio, che sono balzati la scorsa settimana del 5%.