Italia markets open in 4 hours 31 minutes

##Petrolio, con virus e guerra prezzi il peggior collasso dal 1991

Voz

Roma, 9 mar. (askanews) - E' stato un collasso di portata storica del petrolio, quello che ha segnato la riapertura dei mercati in questo drammatico ravvio di settimana. Un capitombolo che è arrivato a toccare il meno 30% e che ha avuto ricadute sia dirette su tutti i titoli dei giganti petroliferi, spesso rilevanti sugli indici azionari delle Borse, sia indirette esacerbando un già elevato allarmismo per la diffusione del coronavirus e le sue ricadute sull'economia. Ha così contribuito non poco a riscatenare vendite da panico generalizzate.

Alla base del collasso dell'oro nero, la deriva cui si è assistito dopo venerdì scorso tra i grandi produttori a seguito del vertice allargato dell'Opec Plus. Il fallimento di concordare una linea di risposta al coronavirus con nuovi tagli, chiesti dall'Opec e su cui spingeva il primo produttore globale, l'Arabia Saudita, e respinti dal primo degli esportatori non allineati, la Russia, è ulteriormente degenerato nelle ore e giorni successivi.(Segue)