Italia markets open in 4 hours 49 minutes
  • Dow Jones

    34.137,31
    +316,01 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.950,22
    +163,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.042,48
    +533,93 (+1,87%)
     
  • EUR/USD

    1,2048
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    44.057,41
    -2.476,91 (-5,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.231,34
    -31,62 (-2,50%)
     
  • HANG SENG

    28.649,09
    +27,17 (+0,09%)
     
  • S&P 500

    4.173,42
    +38,48 (+0,93%)
     

Petrolio e Dollaro Canadese, una Relazione Davvero Fruttuosa

Marco Costanza
·2 minuto per la lettura

Buongiorno a tutti cari lettori. È un piace esser di nuovo qua a mostrarvi un po’ di retroscena dei mercati. Questa settimana, come potete notare dal titolo, andiamo a parlare di una correlazione molto salda che lega da anni Forex e materie prime. Parliamo infatti della correlazione diretta che c’è tra il petrolio e il dollaro canadese.

Cos’è una correlazione diretta? Molto semplice: quando il valore di un certo strumento aumenta nel tempo, così farà anche anche lo strumento collegato. Nel caso del dollaro canadese infatti stiamo parlando di una valuta che si trova in un territorio molto collegato all’andamento del petrolio, questo perché il Canada deve il 10% del proprio introito proprio dall’esportazione dell’oro nero.

Ovviamente parlando di Forex, nello specifico del cambio USD/CAD, ci troviamo di fronte ad una correlazione inversa, ovvero quando il prezzo del petrolio aumenta, molto probabilmente il cambio USD/CAD scenderà (visto che il CAD è a denominatore).

Potete apprezzare meglio tale correlazione in questo grafico (verde e rosso USD/CAD, mentre blu e bianco il petrolio). Sono quasi perfettamente speculari.

Questa informazione possiamo sfruttarla ovviamente a nostro vantaggio nel prendere decisioni su questo cross. Infatti sappiamo che finché il petrolio rimarrà così forte ed apprezzato è quasi certo che lo faccia anche il nostro cambio e che dunque continui a scendere.

Sulla scia di questo principio la mia visione operativa su questo cross è di evitare un tentativo long su USD/CAD finché non vedremo effettivamente il prezzo del petrolio subire un ribasso consistente. Conosco la mentalità dei trader alle prima armi che sicuramente staranno pensando in gran percentuale: “è sceso veramente troppo, ora deve risalire”. Questa supposizione vi assicuro che non ha mai funzionato.

Dunque rimaniamo in attesa e solamente nel momento in cui ci saranno delle conferme da parte dell’oro nero al ribasso, potremmo effettivamente cercare un’entrata long su USD/CAD. Livelli interessanti nei quali cercare un long potrebbero essere 1.225 e 1.206.

Questo articolo è stato offerto da Marco Costanza, fondatore di Aloha Finance, una realtà in cui reali professionisti certificati e qualificati insegnano ad operare nei mercati con ottica di breve, medio e lungo periodo. Se ti piacerebbe sentire il parere di un esperto ti consigliamo di fare un giro sul nostro sito o in alternativa nel nostro canale Youtube.

Buona giornata e buon week-end.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: