Italia markets close in 41 minutes
  • FTSE MIB

    27.478,93
    -209,63 (-0,76%)
     
  • Dow Jones

    35.382,51
    -529,30 (-1,47%)
     
  • Nasdaq

    14.670,54
    -223,22 (-1,50%)
     
  • Nikkei 225

    28.257,25
    -76,27 (-0,27%)
     
  • Petrolio

    85,32
    +1,50 (+1,79%)
     
  • BTC-EUR

    36.786,48
    -1.047,40 (-2,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    996,47
    -12,92 (-1,28%)
     
  • Oro

    1.818,00
    +1,50 (+0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,1355
    -0,0056 (-0,49%)
     
  • S&P 500

    4.597,32
    -65,53 (-1,41%)
     
  • HANG SENG

    24.112,78
    -105,25 (-0,43%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.265,93
    -36,21 (-0,84%)
     
  • EUR/GBP

    0,8356
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0402
    -0,0027 (-0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,4210
    -0,0068 (-0,47%)
     

Petrolio guadagna terreno in vista dell'Opec+, le tre opzioni sul tavolo

·1 minuto per la lettura

Movimenti positivi per il petrolio nel giorno della riunione dell'Opec+. Nel dettaglio, il Wti sale dell'1,4% in area 66,5 dollari al barile mentre il Brent avanza dell'1,47% a un passo dai 70 dollari. "I timori di Omicron continuano a colpire il mercato petrolifero. Sia il Brent che il Wti sono ora scambiati sotto i 70 dollari al barile - sottolineano gli esperti di ING -. Il Brent si muove il 20% circa al di sotto dei recenti massimi registrati a fine ottobre". "Le prospettive di breve termine sono offuscate dall'incertezza e finché non ci sarà una certa chiarezza sull'impatto di Omicron è difficile avere una visione chiara sulla direzione dei prezzi nel breve termine", aggiungono gli economisti indicando che "molto dipenderà anche da ciò che deciderà oggi l'Opec+ che dovrà prendere una decisione difficile". Secondo ING al momento ci sono tre opzioni sul tavolo per l'Opec+: "possono concordare di aumentare l'offerta di 400 Mbbls al giorno come originariamente concordato. Tuttavia, questa sarebbe una decisione rischiosa data l'incertezza su Omicron. Potrebbero invece valutare una pausa agli ulteriori aumenti dell'offerta e infine la terza opzione sarebbe accettare tagli all'offerta più profondi a gennaio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli