Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.103,89
    -28,23 (-0,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Petrolio in rialzo nonostante timori Iran. Si scommette su maggiore domanda carburante con ripresa viaggi

·1 minuto per la lettura

Prezzi del petrolio in rialzo, dopo le perdite della scorsa settimana, dovute alla scommesse di un ritorno dell'offerta iraniana sul mercato. Il presidente iraniano avrebbe infatti detto, secondo alcune indiscrezioni, che gli Stati Uniti sarebbero pronti a ritirare le sanzioni imposte sui settori petrolifero, bancario e di spedizioni. Durante le contrattazioni asiatiche, i futures sul Brent hanno recuperato terreno, salendo fino a +0,83% a $66,99 al barile, così come quelli sul WTI crude, attorno a $64,11 punti. Nonostante il fattore Iran, gli investitori rimangono ottimisti sulla ripresa della domanda di carburante negli Stati Uniti e in Europa, sulla scia della fine delle misure di lockdown e grazie all'effetto di accelerazione dei piani di vaccinazione, che porteranno più gente a spostarsi per andare in vacanza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli