Italia Markets close in 1 hr 46 mins

Petrolio riprende fiato dopo il boom scatenato da attacco droni

Voz

Roma, 17 set. (askanews) - Il barile di petrolio cede leggermente nei primi scambi dell'after hours nel corso della notte, dopo che nella seduta di ieri le quotazioni hanno registrato un rialzo di portata storica a seguito di un attacco con droni nel fine settimana contro raffinerie dell'Arabia Saudita, il primo produttore mondiale di greggio. Attacco che ha causato danni tali da compromettere in maniera grave le esportazioni del Regno, per un periodo che ancora non è chiaramente definito, anche se Riad ha fornito rassicurazioni sulla sua capacità di ripristinare rapidamente parte del prodotto perso.

Ieri, alla ripresa delle contrattazioni il barile di Brent è arrivato a sfiorare i 72 dollari. Nel corso delle notte cede 90 cents dall'ultimo fixing a 68,12 dollari. Il West Texas Intermediate scivola di 96 cents a 61,94 dollari, dopo un picco lunedì a 63,38 dollari.(Segue)