Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,2042
    +0,0062 (+0,52%)
     
  • BTC-EUR

    46.708,25
    -22,50 (-0,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.273,78
    -25,17 (-1,94%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     

Petrolio in ripresa dopo tonfo vigilia -7%. Scorte crude in rialzo in Usa per quinta settimana consecutiva

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

Focus sui prezzi del petrolio, che nella sessione della vigilia sono affondati fino a -7%, in quella che è stata la peggiore seduta dallo scorso settembre. Le quotazioni recuperano terreno, con il contratto WTI che, alle 8.50 circa ora italiana, avanza dello 0,40% a $60,25 e il Brent che avanza anch'esso dello 0,40% a $63,53 al barile. In particolare, i prezzi del Brent crude ieri hanno chiuso in ribasso del 6,94% a $63,28, mentre il WTI ha ceduto il 7,12% a $60 al barile. Da segnalare che, negli ultimi cinque giorni, entrambi i contratti hanno perso più del 6%. I prezzi hanno scontato nella sessione di ieri i dati diramati dall'EIA, l'agenzia federale Usa, che ha annunciato che, la scorsa settimana, le scorte di petrolio crude sono balzate di 2,4 milioni di barili. La crescita delle scorte è avvenuta per la quinta settimana consecutiva.