Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    41.321,98
    +72,92 (+0,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1916
    -0,0063 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,51 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,1085
    -0,0036 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5068
    -0,0094 (-0,62%)
     

Petrolio WTI: le quotazioni sono state riassorbite

Investimenti Bnp Paribas
·1 minuto per la lettura

Di recente le quotazioni del petrolio sono riuscite a riassorbire tutto il sell-off causato dall’inizio della pandemia di Covid-19. A spingere le quotazioni della materia prima sono stati i tagli all’output dell’OPEC+, l’arrivo dei vaccini, le tensioni in Medio Oriente e l’ondata di freddo in USA che ha frenato gli impianti di produzione e raffinazione statunitense. Tuttavia vi sono dei segnali di allerta. L’IEA ha abbassato le sue previsioni sulla richiesta per il 2021 (così come l’OPEC+) a causa del perdurare dell’epidemia, che sta facendo contrarre la domanda di carburante dalla Cina agli Stati Uniti, descrivendo il mercato come fragile. Queste previsioni si uniscono a quelle del Governo statunitense che ha previsto che a livello nazionale i consumi della materia prima avranno bisogno di più tempo per riprendersi. Secondo alcuni analisti, prezzi del petrolio greggio più elevati di quelli attuali non sono sostenibili ed è quindi lecito attendersi un incremento della produzione.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 57,50 dollari avrebbero stop loss a 56,70 dollari e target a 59,50 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 45,4000 NLBNPIT10ZQ5 17/05/2021

TURBO LONG 43,2000 NLBNPIT10U32 17/05/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie di stampo short da 59,40 dollari avrebbero stop loss a 61 dollari e obiettivo a 57,50 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 72,5000 NLBNPIT11JY1 17/05/2021

TURBO SHORT 70,0000 NLBNPIT11GI0 17/05/2021

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online