Italia markets close in 5 hours 21 minutes
  • FTSE MIB

    22.114,94
    +26,58 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,77
    +0,50 (+0,96%)
     
  • BTC-EUR

    27.254,96
    -234,77 (-0,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    671,80
    -5,09 (-0,75%)
     
  • Oro

    1.862,20
    +6,00 (+0,32%)
     
  • EUR/USD

    1,2160
    -0,0015 (-0,12%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.596,76
    -5,65 (-0,16%)
     
  • EUR/GBP

    0,8876
    -0,0016 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0777
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,5431
    -0,0067 (-0,43%)
     

Petrolio WTI: prese di beneficio in vista

Investimenti Bnp Paribas
·1 minuto per la lettura

L'analisi tecnica sul petrolio WTI indica che i corsi potrebbero essere pronti per un ritracciamento. Vediamo come impostare una possibile strategia operativa con i Turbo Certificate di BNP Paribas.

Grazie al sostegno offerto dalla linea ottenuta congiungendo i minimi del 9 novembre e del 9 dicembre, le quotazioni del future con consegna giugno 2021 sul petrolio WTI, il greggio «made in Usa», si sono riportate nei pressi di quota 50 dollari il barile.

L'attuale fase rialzista ha concluso il ritracciamento partito a inizio settembre dopo che i prezzi erano passati dai 29 dollari registrati nella seconda metà di aprile a 45 dollari.

Questa risalita era stata guidata dal canale ottenuto nella parte alta unendo i top del 20 aprile e del 3 giugno e nella fascia inferiore congiungendo i minimi del 21 aprile e del 14 maggio.

Nelle condizioni attuali, quest'ultima trendline rappresenta un ostacolo all'ulteriore salita dei prezzi che, già in ipercomprato (RSI a ridosso di quota 73), è difficile che riescano a confrontarsi prima con quota 50 dollari e poi con la linea scaturente dai top di fine aprile 2019 e di gennaio 2020.

Strategie operative sul WTI

Da quanto emerso dall'analisi, si potrebbero valutare strategie di matrice ribassista da quota 49,1 dollari con stop loss a 50,8 dollari e obiettivo principale a 48,1 dollari. Il target più ambizioso andrebbe invece posto a 47,5 dollari al barile.

Per trarre vantaggio da questa strategia, si potrebbe puntare sul certificato Turbo Short di BNP Paribas con ISIN NLBNPIT10U40 e leva 6,95.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online