Italia markets close in 3 hours 8 minutes
  • FTSE MIB

    19.137,44
    +51,49 (+0,27%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,29
    +0,26 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    10.910,11
    +1.580,70 (+16,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,07
    +15,18 (+6,20%)
     
  • Oro

    1.911,60
    -17,90 (-0,93%)
     
  • EUR/USD

    1,1826
    -0,0041 (-0,34%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.181,33
    +0,63 (+0,02%)
     
  • EUR/GBP

    0,9024
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0725
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,5561
    -0,0020 (-0,13%)
     

Philip Morris, Hannappel: 'Italia centrale in scelta azienda futuro senza fumo'

webinfo@adnkronos.com
·2 minuti per la lettura

"Il mondo delle sigarette cresce in percentuale in gran parte del mondo ma crescendo la popolazione mondiale il mercato resta grande e stabile, in realtà la nostra scelta aziendale di un futuro senza fumo è indipendente dal mercato ed è quella di investire e creare alternative alle sigarette tradizionali". E' quanto ha affermato Marco Hannappel, ad e presidente di Philip Morris Italia, all'evento in streaming "Made in Italy - The Restart" organizzato da "Il Sole 24 Ore e "Financial Times", nel focus su ricerca e innovazione.

"In questo mondo l'Italia è centralissima, - ha proseguito Hannappel - nel 2016 abbiamo inserito proprio in Italia il più grande stabilimento per la produzione di prodotti da tabacco riscaldato tra i 44 del parco industriale nel mondo di Philip Morris".

Philip Morris ha puntato a un grande investimento in Italia in quanto "la solidità in termini di distretti industriali quali la meccatronica e il packaging - ha spiegato il manager - sono un grande volano per chi oggi vuole investire nel nostro Paese, ci sono industrie all'avanguardia mondiale con le quali si possono creare impianti in pochissimo tempo come abbiamo fatto noi. Inoltre, credo che ci sia e ci sarà ancora un'attività di incentivazione da parte dello stato sull'Industria 4.0".

"Noi oggi abbiamo 7.000 fornitori in Italia e tutto questo - ha detto Hannappel - genera ulteriori investimenti sia da un punto di vista industriale ma anche in Ricerca & Sviluppo". Le due fabbriche integrate del bolognese infatti, sviluppano tecnologie di processo per creare altre fabbriche similari nel mondo, ad esempio in Romania, Corea del Sud, Grecia. "E' un progetto allargato quello di Philip Morris in Italia - ha aggiunto - dove c'è un'agricoltura molto importante essendo il primo Paese per produzione tabacchicola d'Europa, e oggi alla filiera di trasformazione si aggiunge la filiera industriale".

Il prossimo progetto di investimento in Italia di Philip Morris sarà in Puglia, ha annunciato Hannappel, "tra pochissime settimane saremo in grado di annunciarlo, sarà un investimento in ambito digitale che chiude il terzo pilastro della nostra filiera italiana: agricoltura, industria di grande sviluppo e innovazione e servizi digitali".