Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.784,42
    +494,34 (+1,48%)
     
  • Nasdaq

    14.125,16
    +94,79 (+0,68%)
     
  • Nikkei 225

    28.010,93
    -953,15 (-3,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1918
    +0,0052 (+0,44%)
     
  • BTC-EUR

    27.688,38
    -1.486,82 (-5,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    806,12
    -44,22 (-5,20%)
     
  • HANG SENG

    28.489,00
    -312,27 (-1,08%)
     
  • S&P 500

    4.216,73
    +50,28 (+1,21%)
     

Piazza Affari ai massimi dal 2008

·2 minuto per la lettura

Massimi dal 2008 per la borsa di Milano. Grazie al +0,6% messo a segno oggi, il Ftse Mib ha terminato la seduta sui livelli pre-Covid a 25.321,82 punti dopo essersi spinto poco prima dell’avvio delle contrattazioni a New York fino a 25.553,39 punti, il dato maggiore dall’ottobre del 2008 (poco prima del crollo innescato dal fallimento di Lehman Brothers).

Una spinta decisiva per i mercati europei oggi è arrivata dall’avanzata dell’indice PMI, che in versione finale nell’Eurozona è salito fino a 63,1 punti, e dal balzo del greggio che, sostenuto dall’attesa di un forte aumento delle richieste, si è portato fino a 71 dollari, due punti e mezzo percentuali in più rispetto al dato precedente.

Una conferma del surriscaldamento della situazione è arrivata anche dall’importante aggiornamento relativo l’inflazione della Zona Euro che, in versione preliminare, a maggio è passata dall’1,6 al 2% (consenso +1,9%).

L’andamento del greggio ha permesso al terzetto formato da Tenaris (+2,7%), Eni (+2,37%) e Saipem (+3,98%) di registrare alcune delle performance migliori del Ftse Mib. Ma, sul paniere delle blue chip, spiccano anche le performance registrate dall'accoppiata formata dalle azioni Intesa Sanpaolo e UniCredit, in aumento rispettivamente dell’1,2 e dello 0,72%.

Tra i bancari, +2,51% della Banca Popolare di Sondrio dopo che UnipolSai (+1,79%) ha annunciato di aver portato la partecipazione al 9,01%. Lieve segno più per Cattolica Assicurazioni (+0,36%) dopo il balzo a due cifre innescato dalla notizia dell’Opa lanciata da Generali (+0,68%).

Giornata positiva anche per Atlantia (+0,96%) all’indomani del via libera dell’assemblea all’offerta del consorzio guidato dalla Cdp.

L'entusiasmo degli operatori si è riversato anche sul comparto dei titoli di Stato, dove lo spread con i titoli tedeschi è tornato, grazie ad un rosso del 2,4%, in quota 100 punti base (102 punti base). (in collaborazione con money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli