Italia markets close in 1 hour 24 minutes
  • FTSE MIB

    25.752,35
    +15,60 (+0,06%)
     
  • Dow Jones

    34.272,53
    -26,80 (-0,08%)
     
  • Nasdaq

    14.116,34
    +43,49 (+0,31%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • Petrolio

    72,34
    +0,22 (+0,31%)
     
  • BTC-EUR

    32.408,58
    -905,85 (-2,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    973,28
    -19,19 (-1,93%)
     
  • Oro

    1.860,40
    +4,00 (+0,22%)
     
  • EUR/USD

    1,2129
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    4.247,21
    +0,62 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.150,24
    +6,72 (+0,16%)
     
  • EUR/GBP

    0,8588
    -0,0024 (-0,28%)
     
  • EUR/CHF

    1,0903
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4769
    -0,0006 (-0,04%)
     

Piazza Affari apre giugno con marcia in più: sprint di ENI e Poste Italiane

·2 minuto per la lettura

Avvio del nuovo mese con fitti acquisti a Piazza Affari che supera i massimi pre-Covid attestandosi ai livelli più alti dall'autunno 2008. I mercati europei hanno accolto con calore i dati economici migliori del previsto arrivati oggi. Bene soprattutto le azioni cicliche che beneficiano della prospettiva di una forte accelerazione economica. Molto bene anche i titoli energetici sulla scia dei top dal 2018 toccati dalle quotazioni del petrolio nel giorno in cui l'Opec+ ha ribadito l'impegno preso ad aprile di ridurre gradualmente i tagli alla produzione decisi lo scorso anno e di reimmettere gradualmente sul mercato circa 2 milioni di barili al giorno, a un ritmo determinato in base alle condizioni di mercato. Sul fronte macro il Pmi dell'area euro è schizzato a 63,1 punti a maggio, meglio della lettura preliminare (62,8), confermando la crescita a ritmo record. Indicazioni molto forti anche dal Pmi manifatturiero italiano. Indicazioni positive oggi anche per l'economia italiana. Il PIL segna a sorpresa un marginale rialzo (+0,1% t/t) nel 1° trimestre 2021 rispetto alla prima stima che era stata di -0,4%. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib si è così spinto fino a 25.553 punti per poi rallentare nel finale in scia all'andamento incerto di Wall Street. In chiusura l'indice segna +0,6% a 25.321 punti. A volare sono stati i titoli oil con Eni a +2,37% a 10,294 euro, meglio hanno fatto Saipem (+3,98%) e Tenaris (+2,70%). Tra le big del listino milanese in forte rialzo anche Poste Italaiane che con l'oltre +2% di oggi a 11,8 euro riavvicina i top storici. Infine, nella galassia Agnelli spicca il +1,66% di CNH; molto bene anche Stellantis (+0,54% a 16,346 euro) che nell'Electrification Day in calendario l’8 lugli potrebbe dare delle indicazioni su eventuali piani di produzione delle batterie per auto elettriche in Italia.