A Piazza Affari sono attese conferme dell’ultimo rialzo

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
^FCHI4.491,47+40,39

Giornata positiva anche oggi per le Borse europee che hanno terminato gli scambi in progresso, a ridosso dei massimi intraday. La seduta è stata caratterizzata da bassi volumi di scambio e da una volatilità decisamente contenuta, per via dell’assenza di Wall Street che oggi è rimasta chiusa a causa della festività del Giorno del Ringraziamento. I listini hanno comunque vissuto una sessione tranquilla e tutta improntata al rialzo, con il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che si è apprezzato dello 0,6%, preceduto dal Ftse100 e dal Dax30 che sono saliti rispettivamente dello 0,68% e dello 0,84%. La migliore performance è stata quella di Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) chiudere le contrattazioni ai 15.553 punti, con un rialzo dell‘1,03%, dopo aver toccato un massimo a 15.570 e un minimo a 15.405 punti. L’indice è riuscito a difendere i livelli raggiunti nella sessione di ieri, allungando ulteriormente il passo oltre la soglia dei 15.500 punti. La rottura di questo livello dovrà essere però confermata visto che la violazione dell’area appena segnalata è avvenuta con bassi volumi di scambio e questo potrebbe far dubitare sulla bontà del rialzo odierno. Se il Ftse Mib riuscirà a mantenersi al di sopra dei 15.500 punti, potrà ambire ad ulteriori salite che avranno come primo obiettivo l’area dei 15.700 e target successivo a 15.850, ultimo baluardo da abbattere prima di un ritorno sulla soglia psicologica dei 16.000 punti. Discese al di sotto dei 15.500 punti potrebbero favorire dei ripiegamenti verso i 15.400 prima e in seguito in direzione dei 15.250/15.200. Con la perdita di quest’ultima soglia di prezzo si rischierà una flessione più ampia verso i 15.000 punti, la cui tenuta è essenziale per evitare un nuovo test dei minimi di venerdì scorso in area 14.800.

, Il quadro del mercato sta progressivamente migliorando, ma non dimentichiamo che l’impostazione di conferma ancora ribassista, motivo per cui sarà bene mantenere un atteggiamento improntato alla cautela, visto che il rischio di un ritorno delle vendite non può considerarsi ancora superato. Per domani è atteso il rientro agli scambi di Wall Street dopo la pausa odierna, anche se la prossima sarà una seduta più breve del solito. I mercati azionari americani infatti chiuderanno le contrattazioni in anticipo, alle 19 ora italiana per via della festività odierna del Ringraziamento. E’ probabile che la giornata possa essere caratterizzata da una bassa volatilità e da volumi di scambio ridotti, visto che diversi operatori saranno lontani dal mercato. Per domani inoltre non si segnalano aggiornamenti macro di rilievo negli Stati Uniti. In Europa l’attenzione sarà catalizzata dalla Germania dove un’ora dopo l’avvio degli scambi in Borsa, sarà diffuso l’indice IFO di novembre, per il quale le attese parlano di un dato pari a 99,5 punti, in calo rispetto alla rilevazione precedente fermatasi a 101,5 punti. Sempre in Germania si conoscerà il dato definitivo relativo al PIL del terzo trimestre che dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,2%, in linea con l’indicazione preliminare, ma in frenata rispetto allo 0,3% dei tre mesi precedenti. A Piazza Affari consigliamo di monitorare ancora una volta i titoli del settore bancario per vedere se gli stessi saranno in grado di confermare o meno gli spunti positivi offerti nella sessione odierna.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.935,21 +1,20% 11:43 CEST
Eurostoxx 50 3.199,43 0,74% 11:28 CEST
Ftse 100 6.716,03 0,62% 11:28 CEST
Dax 9.609,86 0,69% 11:28 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati