Piazza Affari: le attese per la seduta di lunedì 30 aprile

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
3SA.SG0,000
DIA.MI29,750,45
SAVE.MI13,400,08
TM3.BE8,190,00

La settimana si è chiusa in bellezza per le Borse europee che dopo le incertezze della vigilia hanno ripreso la via dei guadagni, terminando gli scambi in salita. Il Ftse100 ha segnato un rialzo dello 0,49%, ma sono riusciti a fare ancora meglio il Dax30 e il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,91% e dell‘1,14%. Ad avere la meglio su tuttti è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) terminare gli scambi a 14.778 punti, con un progresso dell‘1,85%, dopo aver toccato un massimo a 14.810 e un minimo a 14.233 punti. Grazie soprattutto al rialzo odierno, il bilancio settimanale si presenta preceduto dal segno più visto che nelle ultime cinque sedute le quotazioni hanno evidenziato una crescita del 2,62% rispetto al close di venerdì scorso. In avvio di settimana l’indice è sceso a segnare nuovi minimi andando a testare l’area dei 13.800, da cui però ha ripreso la via dei guadagni, riposizionandosi dapprima in area 14.200 e allungando successivamente il passo verso i 14.800, lambiti nella sessione odierna. Il mercato potrebbe aver trovato in area 13.800 una base da cui ripartire vista la reazione sperimentata nelle ultime sedute, ma è ancora troppo presto per poter considerare del tutto scongiurato il rischio di nuove vendite. Un primo segnale di distensione si avrà con la riconquista di area 15.000, oltre la quale il Ftse Mib potrà proseguire il suo recupero verso i 15.300 e i 15.500 prima e in direzione dei 15.700 e dei 16.000 in un secondo momento. Fino a quando le quotazioni si manterranno al di sotto dei 15.000 punti, le tensioni ribassiste rimarranno elevate. Con la mancata riconquista di area 15.000 si potrà avere un ripiegamento verso i 14.500 punti, sotto cui la discesa proseguirà in direzione dei 14.200 e dei 14.000 nella peggiore delle ipotesi. Negativo sarà l’abbandono di quest’ultimo livello di prezzo che aprirà le porte ad un nuovo test dei minimi di periodo in area 13.800, la violazione dei quali spingerà il Ftse Mib verso i minimi di settembre dello scorso anno individuabili in area 13.200/13.100.

, Per le novità attese sul fronte macro Usa, con riferimento alla prima seduta della prossima settimana segnaliamo i redditi personali che a marzo dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,2%, in linea con l’indicazione di febbraio. Per le spese al consumo, sempre a marzo, è attesa una variazione positiva dello 0,4%, in frenata in confronto allo 0,8% precedente, mentre l’indice PCE core è visto in progresso dello 0,2% dallo 0,1% di febbraio. Per l’indice Chicago PMI di aprile le stime parlano di un dato pari a 60,5 punti dai 62,2 di marzo. Sempre in America, dopo la chiusura di Wall Street, è previsto un discorso di Richard Fisher, presidente della Fed di Dallas, che parlerà del mercato del lavoro. In Europa sarà diffuso il dato preliminare dell’inflazione che ad aprile dovrbbe mostrare un rialzo del 2,5% su base annua rispetto al 2,7% precedente. In germania si conosceranno le vendite al dettaglio che a marzo sono viste in salita dell’1%, in netto recupero rispetto al calo dell‘1,1% precedente. A Piazza Affari diverse saranno le società a piccola e media capitalizzazione che staccherranno il dividendo. Si tratta di: Autostrada To-MI (Berlino: TM3.BE - notizie) (0,26 euro), Banca Popolare Etruria e Lazio ( 1 azione gratis ogni 32), Datalogic (0,15 euro), De Longhi (Milano: DLG.MI - notizie) (0,33 euro), Gefran (Stoccarda: 918615 - notizie) (0,15 euro), Marcolin (Milano: MCL.MI - notizie) (0,1 euro), Saes Getters (Milano: SG.MI - notizie) (0,4 euro per le azioni ordinarie e 0,667217 euro per quelle di risparmio), Save (Milano: SAVE.MI - notizie) (0,39875 euro), Servizi Italia (Milano: SRI.MI - notizie) (0,11 euro) e Sogefi (Milano: SO.MI - notizie) (0,13 euro). Sempre lunedì sono previste le riunioni assembleari per l’esame e l’approvazione dei dati di bilancio dell’ultimo esercizio di Enel (Madrid: ENE.MC - notizie) ed ENI (EUREX: E1NT.EX - notizie) . Allo stesso appuntamento saranno chiamati: Aedes (Berlino: LLB.BE - notizie) , Centrale del Latte Torino (Milano: CLT.MI - notizie) , CDC (NasdaqGS: CHINA - notizie) , Risanamento (Berlino: RN5.BE - notizie) , Sat (Stoccarda: A0MXSJ - notizie) , Sorin (Milano: DIA.MI - notizie) e Unipol (Other OTC: UGFNF.PK - notizie) .

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 24 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 24 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 24 apr 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 24 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,00% 24 apr 22:32 CEST
Nikkei 225 14.499,26 0,65% 04:26 CEST

Ultime notizie dai mercati