Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.586,88
    -58,96 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    32.803,47
    +76,65 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    12.657,55
    -63,03 (-0,50%)
     
  • Nikkei 225

    28.175,87
    +243,67 (+0,87%)
     
  • Petrolio

    88,53
    -0,01 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    22.664,13
    -278,73 (-1,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    533,20
    -2,02 (-0,38%)
     
  • Oro

    1.772,60
    -15,90 (-0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,0187
    -0,0063 (-0,61%)
     
  • S&P 500

    4.145,19
    -6,75 (-0,16%)
     
  • HANG SENG

    20.201,94
    +27,90 (+0,14%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.725,39
    -29,21 (-0,78%)
     
  • EUR/GBP

    0,8431
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CHF

    0,9789
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,3164
    -0,0018 (-0,13%)
     

Piazza Affari in calo, due velocità per Autogrill e Fincantieri

(Adnkronos) - Avvio di settimana nervoso per Piazza Affari, alle prese con le notizie in arrivo dalla Cina (le autorità hanno imposto sanzioni a big del comparto hi-tech ed i casi di Covid, dopo la scoperta di una nuova sottovariante, sono in aumento) e con la chiusura del gasdotto Nord Stream 1 che, seppur di routine, potrebbe segnare l’inizio del blocco delle forniture da parte di Mosca.

Sul mercato delle materie prime il future sul Brent segna un -1,5% a 105,4 dollari al barile mentre l’eurodollaro, in calo dello 0,9% a 1,0085, procede spedito verso una storica parità.

Sul Ftse Mib, che ha segnato un -0,95% fermandosi a 21.567,7 punti, la performance migliore è stata registrata, nell’ultimo giorno di aumento di capitale, da Saipem (+5,25%). Bene anche Terna (+1,55%) e Telecom Italia (+0,42%), debolezza per Enel (-0,19%) e -0,57% di Hera.

Segno meno anche per i big del comparto bancario con il -4,5% di Bper Banca, il 3,51% di Banco Bpm, il -2,25% di UniCredit ed il -1,74% messo a segno da Intesa Sanpaolo.

Chiusura poco mossa per Stmicroelectronics (-0,09%) , che ha firmato con GlobalFoundries un memorandum d’intesa per la creazione di un nuovo impianto manifatturiero per la produzione di semiconduttori su wafer di silicio da 300 mm a Crolles, in Francia.

Giornata in forte calo per Autogrill (-7,54%), spinta al ribasso dall’accordo siglato da Edizione che prevede l’integrazione tra Autogrill e Dufry per la creazione di un gruppo globale nei servizi di ristorazione e retail per chi viaggia.

Dall’operazione nascerà un player globale da oltre 12 miliardi di euro di ricavi ed un Ebitda di circa 1,3 miliardi (dati 2019 – prepandemia). Dufry lancerà di un’offerta pubblica obbligatoria rivolta al mercato per lo scambio di azioni Autogrill in azioni Dufry o, in alternativa, per cassa (Edizione, che ha il 50,3% di Autogrill, diventerà il maggior azionista del nuovo Gruppo con una quota circa il 20-25%).

Andamento speculare per Fincantieri (+8,56%): la società ha annunciato un nuovo accordo per la costruzione di una nuova nave da crociera extra-lusso. L’ordine, che prevede ulteriori due unità in opzione, ha un valore complessivo di circa 1,2 miliardi di euro. (in collaborazione con Money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli