Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.003,82
    -434,44 (-1,38%)
     
  • Nasdaq

    11.218,10
    -306,46 (-2,66%)
     
  • Nikkei 225

    27.049,47
    +178,20 (+0,66%)
     
  • EUR/USD

    1,0529
    -0,0058 (-0,55%)
     
  • BTC-EUR

    19.297,61
    -622,94 (-3,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    441,64
    -8,42 (-1,87%)
     
  • HANG SENG

    22.418,97
    +189,45 (+0,85%)
     
  • S&P 500

    3.830,08
    -70,03 (-1,80%)
     

Piazza Affari chiude ai minimi intraday

(Adnkronos) - Il pugno duro delle banche centrali manda ko i mercati. Nuova seduta in profondo rosso per le borse europee che, il day-after il meeting della banca centrale Usa (che ha alzato il tasso sui Fed Funds di 75 punti base) ed il mandato della Bce per lo scudo anti-spread, hanno dovuto fare i conti con le strette monetarie annunciate dalla Swiss national bank (che ha alzato il benchmark dal -0,75 al -0,25%) e dalla Bank of England (da 1 a 1,25%).

L’effetto calmante sui rendimenti dei titoli di Stato, innescato dal meeting straordinario della Banca centrale europea, ha permesso al rendimento del decennale emesso da via XX settembre di confermarsi al 3,89% (anche se nel corso della seduta è stato toccato un massimo al 4,107%) ed allo spread di scendere a 216 punti base.

“Riteniamo che la Bce annuncerà i dettagli (dello scudo anti spread, ndr) nel meeting di luglio”, riporta una nota elaborata dagli analisti di Goldman Sachs. “Confermiamo la stima secondo cui il Consiglio incrementerà i tassi di 25 punti base a luglio e di 50 punti base a settembre e ottobre”.

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 21.726,64 punti, -3,32% rispetto al dato precedente. Le performance peggiori sul paniere delle blue chip sono state messe a segno da Stmicroelectronics (-6,3%), Tenaris (-6,1%) e Moncler (-5,71%).

In pesante rosso anche Stellantis (-5,28%) dopo la notizia che le immatricolazioni europee a maggio sono scese del 14,6%, contro il -12,5% del mercato. Ferrari ha invece limitato le perdite, segnando un -0,71%, nel giorno della presentazione dei target al 2026.

Fuori dal paniere delle blue chip, Gas Plus ha terminato con un +24,76% dopo aver annunciato l’avvio della produzione di gas nei giacimenti del progetto Midia in Romania mentre PiteCo è salita del 22,23% (11,05 euro) in scia dell’Opa annunciata da Limbo a 11,25 euro per azione (premio del 23,2%). (In collaborazione con Money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli