Piazza Affari chiude in ribasso, deboli banche e Fiat Industrial. Svetta A2A

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
GLE.PA43,190,54
BPD.BE4,990,00

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso in attesa del via libera da parte dell’Eurogruppo degli aiuti alla Grecia. Sempre sul fronte europeo, la prima iniezione per la ricapitalizzazione del sistema bancario spagnolo sarà di 37 miliardi di euro. Soldi che andranno alle quattro banche già nazionalizzate: Bankia, Novacaixagalicia, CatalunyaCaixa e Banco de Valencia. Negli Stati Uniti oggi è il Cyber Monday, il giorno dedicato agli acquisti online. Secondo le ultime stime, le vendite dovrebbero registrare un balzo di circa 20 punti percentuali rispetto agli 1,25 miliardi di euro dello scorso anno. A impattare negativamente sull’andamento di Wall Street anche il dibattito sul fiscal cliff, il precipizio fiscale ne quale potrebbero finire gli Stati Uniti. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) ha ceduto lo 0,74% a 15.520 punti. Tra i peggiori sul paniere principale Prysmian (Berlino: AEU.BE - notizie) (-2,03% a 14,45 euro), con gli analisti di Mediobanca (EUREX: 574959.EX - notizie) che hanno tagliato il giudizio sul titolo del gruppo dei cavi a neutral da outperform, e Fiat Industrial (-3,06% a 8,25 euro), nonostante la firma dell’accordo definitivo sulla fusione con CNH. Eni (EUREX: E1NT.EX - notizie) ha perso l’1,22% a 17,80 euro. Debole anche Snam (Milano: SRG.MI - notizie) (-0,58% a 3,40 euro) con gli analisti di Credit Suisse (NYSEArca: CSMA - notizie) che hanno confermato la loro visione neutrale sul titolo del gruppo che controlla la rete gas nazionale abbassando il target price a 3,60 euro da 3,80 euro. Debole il comparto bancario, che oggi è finito sotto la lente di Societe Generale (Parigi: FR0000130809 - notizie) e Nomura: Banco Popolare (Berlino: B8Z.BE - notizie) ha ceduto l’1,83% a 1,128 euro, Intesa SanPaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) l’1,10% a 1,258 euro, Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) l’1,20% a 2,792 euro, Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) lo 0,90% a 3,52 euro, Popolare di Milano lo 0,18% a 0,383 euro. In controtendenza il Monte dei Passchi che ha mostrato un progresso dello 0,25% a 0,201 euro. A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) (+4,66% a 0,406 euro) ha svettato con decisione sul paniere principale dopo aver collocato con successo venerdì un prestito obbligazionario riservato a investitori istituzionali per 750 milioni di euro.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito