Piazza Affari chiude in ribasso, tonfo di Campari dopo i conti. Balzo di Telecom

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
B8Z.BE1,730,82
CPR.MDD6,030,00
BMPS.MI0,240,01
BPD.BE4,990,00

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in moderato ribasso in scia ai dati non esaltanti arrivati da Oriente e alla difficile situazione in Grecia. Nella notte il Parlamento greco ha approvato il Bilancio 2012 che prevede altri tagli per 9,4 miliardi di euro, che si aggiungono alle nuove misure di austerity per 13,5 miliardi votate mercoledì scorso. Ora Atene attende l’incasso di una tranche di aiuti internazionali pari a 31,5 miliardi di euro. Secondo Die Welt, la troika avrebbe concluso la sua ispezione in Grecia arrivando alla conclusione che Atene ha bisogno di due anni in più per l’implementazione delle riforme. A portare debolezza sui mercati anche il calo a sorpresa della produzione industriale indiana (-0,4%), mentre gli analisti avevano pronosticato un rialzo del 2,8%. Inoltre nel terzo trimestre il Pil giapponese ha mostrato una flessione dello 0,9%. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) ha ceduto lo 0,39% a 15.121 punti. Naguib Sawiris bussa alla porta di Telecom Italia (Other OTC: TIAOF.PK - notizie) e il titolo del gruppo ha svettato sul paniere principale con un balzo del 4,20% a 0,72 euro. Di contro Campari (MDD: CPR.MDD - notizie) ha indossato la maglia nera con un ribasso del 5,86% a 5,86 euro. Il titolo del gruppo milanese del celebre aperitivo ha accelerato al ribasso dopo la pubblicazione dei conti dei primi 9 mesi del 2012, lievemente inferiori alle attese degli analisti. Tra i peggiori anche Finmeccanica (Xetra: A0ETQX - notizie) che ha lasciato sul parterre il xxx a euro. Debole il comparto bancario: Monte dei Paschi (Milano: BMPS.MI - notizie) ha ceduto il 3,22% a 0,201 euro, Popolare di Milano il 2,15% a 0,387 euro, Banco Popolare (Berlino: B8Z.BE - notizie) l’1,65% a 1,131 euro, Intesa SanPaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) l’1,32% a 1,194 euro, Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) l’1,28% a 2,778 euro, Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) lo 0,30% a 3,374 euro. Generali (EUREX: ASGF.EX - notizie) (-0,16% a 12,23 euro) in lieve ribasso con gli investitori che ormai sono già proiettati al prossimo 14 gennaio, quando il Ceo Mario Greco presenterà il piano industriale della compagnia assicurativa. Atlantia (EUREX: AOPG.EX - notizie) (+1,31% a 12,34 euro) con gli analisti di Goldman Sachs (NYSE: GS - notizie) che, pur confermando la loro visione neutrale sul titolo, hanno alzato il target price a 13 euro dal precedente 12,5 euro.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.516,27 0,68% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati