Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.165,28
    -27,82 (-0,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9867
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Piazza Affari chiude in rialzo (+0,61%), in luce Tim. Spread giù a 182

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 nov. (askanews) - Chiusura positiva per le Borse europee che si portano sui massimi degli ultimi tre mesi. A Milano il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,61% a 24.730,89 punti, a Parigi il Cac40 lo 0,42%, a Francoforte il Dax lo 0,79%. A spingere i listini, con Wall Street chiusa per il Ringraziamento, il buon dato dell'indice Ifo sulla fiducia delle imprese tedesche, migliore delle attese a novembre, e i verbali della riunione di novembre della Fed che hanno segnalato un rallentamento del ritmo dei rialzi dei tassi d'interesse.

A Piazza Affari, tra i titoli principali, maglia rosa a Tim (+2,78%) in attesa di novità attese a breve sul futuro del gruppo e sul dossier della rete. A fine novembre scadono i tempi previsto dal MoU sottoscritto con la Cdp per la cessione della rete. Forti vendite su Banca Generali (-5,3%) dopo l'ipotesi, riportata da Bloomberg, secondo cui la controllante Generali avrebbe accantonato il progetto di acquisire il gestore Usa Guggenheim. Un'operazione che il Leone avrebbe potuto finanziare proprio con la cessione di Banca Generali.

Sul fronte dei nostri titoli di Stato, è proseguita la discesa dello spread che ha chiuso a 182 punti, portandosi sui livelli di aprile, con il rendimento del Btp decennale che scende ulteriormente al 3,67%, ai minimi da fine agosto.