Piazza Affari chiude in ribasso, male Mediaset e le banche

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in ribasso. Il FTSE MIB ha perso lo 0,7% a 17.339,95 punti. La Banca Mondiale ha tagliato le sue previsioni di crescita per il 2012. L'istituzione con sede a Washington ha indicato che le misure di austerià, l'elevato livello di disoccupazione e la bassa fiducia tra le imprese pesano sulle economie dei Paesi sviluppati. Jean Claude Juncker, presidente uscente dell'Eurogruppo, ha avvertito da parte sua che l'euro quota a livelli pericolosamente alti. Secondo Juncker il recente apprezzamento della moneta unica minaccerebbe la ripresa dell'economia della regione. In questo contesto a Piazza Affari sono scattate delle prese di beneficio. M ediaset ha perso il 4,4%. J.P. Morgan ha tagliato il suo rating sul titolo titolo dell'operatore televisivo da "Overweight" a "Neutral". Tra i bancari Banca MPS ha perso il 2,3%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna l'1,3%, Intesa Sanpaolo il 2,1%, UBI Banca il 2,4%, Banco Popolare il 2,9%, Banca Popolare di Milano l'1,9%, UniCredit l'1,7% e Mediobanca il 3,2%. Fiat ha chiuso in ribasso del 2%. Le vendite del Lingotto sono calate lo scorso mese nell'UE del 17,8%. Tod's ha guadagnato il 2,7%. BofA Merrill Lynch ha promosso il titolo del gruppo impegnato nel settore dell'abbigliamento da "Neutral" a "Buy".

Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 18.130,66 +2,10% 7 dic 17:35 CET
Eurostoxx 50 3.142,24 +1,34% 7 dic 17:50 CET
Ftse 100 6.902,23 +1,81% 7 dic 17:35 CET
Dax 10.986,69 +1,96% 7 dic 17:45 CET
Dow Jones 19.549,62 +1,55% 7 dic 22:49 CET
Nikkei 225 18.765,47 +1,45% 07:00 CET

Ultime notizie dai mercati