Italia markets close in 6 hours 35 minutes
  • FTSE MIB

    25.446,44
    +90,29 (+0,36%)
     
  • Dow Jones

    35.116,40
    +278,24 (+0,80%)
     
  • Nasdaq

    14.761,29
    +80,23 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • Petrolio

    70,58
    +0,02 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    31.786,36
    -1.000,51 (-3,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    921,01
    -22,43 (-2,38%)
     
  • Oro

    1.810,80
    +0,70 (+0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1857
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.423,15
    +35,99 (+0,82%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.142,16
    +24,21 (+0,59%)
     
  • EUR/GBP

    0,8503
    -0,0022 (-0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0731
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,4857
    -0,0013 (-0,08%)
     

Piazza Affari chiude in rosso un semestre decisamente positivo

·2 minuto per la lettura

Chiusura di mese e di semestre con il segno meno per il listino di Piazza Affari, oggi alle prese con la diffusione della variante Delta e con le indicazioni su un rialzo dei tassi già nel 2022 arrivate da Christopher Waller, membro del board della Federal Reserve. Invariato nell’ultimo mese ed in rialzo del 13% nel primo semestre, il Ftse Mib ha terminato la seduta a 25.102,04 punti, -1,01% rispetto al dato precedente.

Sul paniere delle blue chip la performance migliore è stata registrata da Unipol (+6,42%) dopo la notizia che alcune cooperative hanno avviato l’acquisto del 3,35% del capitale. Tra le poche performance positive sul paniere delle blue chip troviamo Generali (+0,57%), spinta dalla promozione a “overweight” da parte di JPMorgan, mentre Eni, su cui Citigroup ha ritoccato il prezzo obiettivo da 9,8 a 10 euro, ha segnato un -0,66%.

Decise vendite su Enel (-2,56%), Hera (-1,08%) ed A2A (-1,06%). La debolezza del comparto automotive in Europa, fiaccato dai nuovi sviluppi del Dieselgate statunitense per Volkswagen, ha penalizzato Pirelli (-1,75%) e Stellantis (-1,59%).

Dal fronte aumenti di capitale, Autogrill (-0,87%) ha reso noto che le sottoscrizioni si sono attestate al 99,16% mentre Safilo ha fatto segnare un tonfo (-13,88%) dopo l’annuncio di un rafforzamento da 135 milioni per il rimborso di un prestito concesso dall’azionista di controllo HAL e per l'incremento della dotazione patrimoniale.

Segno meno per lo spread BTP-Bund, sceso a 108 punti base (-1,3%). Questa mattina il Tesoro ha collocato 6 miliardi di euro di Btp con scadenza aprile 2026, agosto 2030 e aprile 2031. Il primo ha registrato un rendimento allo 0,12%, dallo 0,17% precedente, nel caso del secondo il dato si è attestato allo 0,74% mentre per il terzo è passato dallo 0,83 allo 0,81%. (in collaborazione con money.it).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli