Italia markets open in 2 hours 55 minutes
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    +132,77 (+0,99%)
     
  • Nikkei 225

    30.132,45
    +460,75 (+1,55%)
     
  • EUR/USD

    1,2180
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    40.869,80
    -1.292,14 (-3,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    993,28
    -21,64 (-2,13%)
     
  • HANG SENG

    30.356,40
    +638,16 (+2,15%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     

A Piazza Affari il Ftse Mib a quota 23.000 Wall Street oggi viaggia verso nuovi record

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
A Piazza Affari il Ftse Mib a quota 23.000 Wall Street oggi viaggia verso nuovi record
A Piazza Affari il Ftse Mib a quota 23.000 Wall Street oggi viaggia verso nuovi record

Avvio in verde per i listini del Vecchio Continente, a Piazza Affari ancora in positivo il Ftse Mib che scommette sul governo Draghi. Spread ai minimi dal 2015, sale il petrolio

Le Borse europee iniziano la giornata in positivo, sulla scia del nuovo massimo storico toccato ieri a Wall Street dall’indice S&P 500 (+1,1% a 3.871 punti) e dal Nasdaq (+1,2% a 13.777 punti). I future di oggi sono in rialzo, verso nuovi record. A Milano il Ftse Mib segna +0,34%, a Francoforte il Dax apre sulla parità, il Cac 40 di Parigi +0,43%, l’Ibex 35 di Madrid +0,09% e a Londra il Ftse 100 è in rialzo dello 0,00%. La Borsa di Tokyo archivia la seduta in netto rialzo, con l’indice Nikkei spinto dai buoni risultati delle società giapponesi (+1,54%).

VERSO IL GOVERNO DRAGHI

Non si ferma l’euforia sui mercati per la scelta del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di affidare al premier incaricato Mario Draghi l’incarico a formare un nuovo governo. Ieri Piazza Affari ha chiuso in rialzo dell’1,65%. L’ex numero uno della Bce sta proseguendo il giro di consultazioni iniziato ieri, incassando i primi sì da parte dei partiti per un eventuale esecutivo.

PROSEGUE LA STAGIONE DELLE TRIMESTRALI

Prosegue a pieno ritmo la stagione delle trimestrali, mentre spostandoci sul fronte macro in Europa è stato annunciato che gli ordini tedeschi dell’industria a dicembre sono scesi dell’1,9% su base mensile, facendo registrare un risultato al di sotto del consensus. Si attende nel pomeriggio il dato sul lavoro americano.

A MILANO BANCHE SORVEGLIATE SPECIALI

Occhi puntati sulle banche a Piazza Affari, dopo che ieri lo spread è sceso sotto la soglia dei 100 punti base, toccando così il minimo dal 2015. Gli investitori guarderanno, in particolare, a UniCredit dopo che in una intervista a Repubblica, il presidente designato Padoan ha detto che valuterà anche il dossier Mps. Intesa Sanpaolo pubblica il bilancio preliminare del 2020.

PETROLIO IN RIALZO, SPREAD IN AREA 100 PB

Sul fronte valutario, non si ferma il rialzo del dollaro: al momento il cambio euro/dollaro resta sotto 1,20 a 1,196. Il prezzo del petrolio non ferma la sua scalata: il Wti sale dello 0,5%% a 56,55 dollari al barile, mentre il Brent è scambiato a 59,15 dollari, in progresso dello 0,42%. Lo spread in apertura di scambi si attesta a 100 punti base.