Italia markets open in 7 hours 42 minutes
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,72 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,83 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1307
    -0,0010 (-0,09%)
     
  • BTC-EUR

    43.346,08
    -715,75 (-1,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,21 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     

Piazza Affari corre ancora: in luce TIM e STM, bene Banco BPM in scia a nuovo piano

·2 minuto per la lettura

Piazza Affari cerca di dare seguito al trend rialzista in avvio dell'ultima seduta settimanale. L'indice Ftse Mib, reduce dai massimi a oltre 13 anni aggiornati alla vigilia, segna +0,22% a quota 27.582 punti. A dare sprint ieri alle Borse sono state le decisioni ritenute rassicuranti da parte diverse grandi banche centrali, in primis la Federal Reserve, ma anche la Bank of England che ha rinviato un possibile rialzo dei tassi alla prossima riunione. Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea, ha affermato che un rialzo dei tassi l'anno prossimo sarà molto improbabile. Oggi attesa per il rapporto mensile sul mercato del lavoro negli Stati Uniti. Il mercato prevede che la creazione di posti di lavoro riprenderà a 450.000 unità a ottobre dopo un rallentamento inaspettato a settembre, a 194.000. Tra i titoli di Piazza Affari oggi riflettori puntati su Banco BPM (+1,7% a 2,808 euro) con il nuovo business plan al 2024 che vede l'utile portarsi a quota 1 miliardo a fine piano (CAGR del +33,4% tra il 2020 e il 2024), corrispondente ad un RoTE >9% al 2024. La banca guidata da Giuseppe Castagna prevede nell'arco del piano un dividend payout pari al 40%. Molto bene anche oggi STM (+1,2% a 43,92 euro) dopo che ieri l'americana Qualcomm è balzata del 12,73% dopo le previsioni migliori del previsto per il trimestre in corso. In rialzo anche per TIM (+0,89%) protagonista ieri pomeriggio di una fiammata a oltre +4% in scia al rumor che vede la tlc aprire alla possibilità di cedere il controllo della rete per rilanciare l'accordo per pervenire alla rete unica con Open Fiber. TIM ha precisato che gli assetti societari relativi alla rete unica non sono stati oggetto di discussione nel Consiglio di Amministrazione né tantomeno sono state prese decisioni al riguardo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli