Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.023,37
    +1.348,92 (+4,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1871
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    +0,0022 (+0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0743
    -0,0023 (-0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,4801
    +0,0011 (+0,08%)
     

Piazza Affari e Borse europee previste aprire in leggero rialzo. I temi da seguire oggi

·1 minuto per la lettura

Piazza Affari e le Borse europee dovrebbero avviare gli scambi sulla parità o poco sopra, in attesa della pubblicazione del rapporto mensile sul mercato del lavoro americano, che potrebbe alimentare il dibattito sull'evoluzione della politica monetaria della Federal Reserve. Ieri gli indici europei hanno iniziato il secondo semestre con segno più, sostenuti dalla fiducia nel miglioramento dell'economia e nell'andamento del settore petrolifero. Il trend è proseguito a Wall Street dove l'S&P500 ha stabilito un nuovo record di chiusura per la sesta sessione consecutiva. In questo contesto, gli investitori oggi seguiranno da vicino i dati sul lavoro negli Stati Uniti. Nel primo pomeriggio italiano (ore 14.30) verranno diffusi il tasso di disoccupazione, la variazione degli occupati nei settori non agricoli (le cosiddette non-farm payrolls) e l'andamento dei salari. Gli economisti intervistati da Reuters prevedono una media di 700.000 posti di lavoro non agricoli a giugno, ma le loro stime vanno da 376.000 a 1,05 milioni. Dati lontani dal consenso potrebbero riaccendere il dibattito sull'opportunità di una modifica della strategia della Fed nei prossimi mesi. Tra gli altri dati, l'agenda macro prevede nel corso della mattina i prezzi alla produzione nell'Eurozona. Si segnala infine il discorso del presidente della Bce, Christine Lagarde.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli