Italia markets open in 1 hour 51 minutes
  • Dow Jones

    33.677,27
    -68,13 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    13.996,10
    +146,10 (+1,05%)
     
  • Nikkei 225

    29.662,89
    +124,19 (+0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1965
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    53.827,12
    +2.819,50 (+5,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.388,79
    +94,80 (+7,33%)
     
  • HANG SENG

    28.850,00
    +352,75 (+1,24%)
     
  • S&P 500

    4.141,59
    +13,60 (+0,33%)
     

Piazza Affari e Borse europee previste aprire in leggero calo, prevale la prudenza

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Piazza Affari e le principali Borse europee dovrebbero aprire questa prima seduta della settimana in leggero calo. Sui mercati prevale la prudenza in un contesto ancora dominato dai timori di un'accelerazione dell'inflazione. A questo si aggiunge il tonfo della lira turca, affondata nelle ultime ore del 12% a 8,1162 nei confronti del dollaro, in scia alla decisione del presidente Recep Tayyip Erdorgan di licenziare il governatore della banca centrale del paese, Naci Agbal, che qualche giorno fa ha alzato i tassi di interesse. Lo scorso giovedì, la banca centrale della Turchia ha alzato i tassi al 19%, per combattere il tasso di inflazione volato al 15,61%. Il suo sostituto, Sahap Kavcioglu, ha pubblicamente criticato la stretta monetaria intrapresa dal suo predecessore. La seduta odierna sarà scarna di indicazioni. L'agenda macro di oggi prevede la sola pubblicazione delle vendite di case esistenti negli Stati Uniti. Da seguire il discorso del governatore della Fed, Jerome Powell, sul tema innovazione banche centrali. Dal suo intervento potrebbe emergere qualche ulteriore chiarimento sul livello di tolleranza dell’istituto riguardo al rialzo dei tassi governativi a lungo termine. Tra i titoli di Piazza Affari, attenzione a Saipem che ha riportato un nuovo contratto in Qatar dal valore di di oltre 1 miliardo di dollari. Si segnala anche lo stacco del dividendo trimestrale di STMicroelectronics. Il colosso italo-francese dei semiconduttori staccherà una cedola trimestrale di 0,042 dollari, la prima delle quattro previste nel 2021. Quest'anno Stm ha tagliato il dividendo da 0,24 a 0,168 euro.