Italia markets open in 2 hours 28 minutes
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    +132,77 (+0,99%)
     
  • Nikkei 225

    30.100,29
    +428,59 (+1,44%)
     
  • EUR/USD

    1,2186
    +0,0018 (+0,15%)
     
  • BTC-EUR

    40.906,07
    -1.147,37 (-2,73%)
     
  • CMC Crypto 200

    994,83
    +0,15 (+0,02%)
     
  • HANG SENG

    30.301,08
    +582,84 (+1,96%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     

Piazza Affari e Borse europee previste poco mosse in avvio. I temi da monitorare oggi

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Piazza Affari e le principali Borse europee sono previste aprire sulla parità o poco sopra, in un clima improntato alla prudenza in attesa dell'audizione del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, al Senato. I suoi commenti sui tassi e sull'inflazione potrebbero pilotare il sentiment di mercato, che guarda con una certa preoccupazione alla reflazione Usa, dopo l'ennesimo balzo dei tassi sui Treasuries a 10 anni. Lo spettro della reflazione Usa ha portato l'S&P 500 a cedere per la quinta sessione consecutiva, chiudendo in calo dello 0,8%, mentre il Dow Jones è riuscito a recuperare terreno dopo una perdita di 200 punti circa, in rialzo di 27,37 punti o +0,1%. Il sell-off si è invece scatenato sui titoli tecnologici, con il Nasdaq Composite che ha perso il 2,5%. Ieri Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea, intervenendo al Parlamento europeo ha indicato che stanno monitorando attentamente l'andamento dei rendimenti sovrani, una dichiarazione che ha portato a un calo di questi ultimi. L'inflazione in Europa è aumentata lievemente ma rimane ancora molto bassa, senza alcun rischio di surriscaldamento. L'agenda macro prevede sempre dagli Stati Uniti i dati sulla fiducia dei consumatori e i prezzi delle case. In Italia, l'Istat pubblicherà il fatturato e gli ordinativi dell'industria. Sul fronte emissioni, oggi il Tesoro italiano offrirà Ctz da 2,5 miliardi. A livello societario, da monitorare Tim nel giorno del cda, chiamato ad approvare i conti e a esaminare la questione nomine.