Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.562,89
    -707,20 (-2,26%)
     
  • Nasdaq

    12.567,18
    -430,57 (-3,31%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,11
    -628,99 (-2,13%)
     
  • EUR/USD

    1,1972
    -0,0095 (-0,79%)
     
  • BTC-EUR

    39.992,34
    -3.200,73 (-7,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    956,80
    -30,41 (-3,08%)
     
  • HANG SENG

    29.236,79
    -643,63 (-2,15%)
     
  • S&P 500

    3.725,79
    -93,93 (-2,46%)
     

Piazza Affari e Borse europee verso avvio in rialzo, sentiment resta positivo

Daniela La Cava
·1 minuto per la lettura

Piazza Affari e le principali Borse europee si preparano a una apertura in rialzo dopo le buone performance di Wall Street e del listino di Tokyo. Sul mercato gli investitori guardano al piano di stimoli Usa, ma al tempo stesso non perdono di vista la stagione degli utili (che questa settimana entra nel vivo in Europa e a Piazza Affari) e l'evoluzione del virus e della campagna di vaccinazione nel mondo. Un sentiment positivo che spinge al rialzo anche il petrolio, con il Brent ormai a un soffio dalla soglia dei 60 dollari al barile. In Italia si monitora anche la questione politica, con il premier incaricato Mario Draghi che ha terminato la settimana scorsa il primo giro di consultazioni, e a partire da oggi si appresta a iniziare un secondo round di incontri per spiegare il suo piano di azione per la formazione di un nuovo esecutivo (probabilmente, almeno secondo circola, a larghissima maggioranza). Il calendario macro odierno prevede diversi dati. A cominciare dalla produzione industriale in Spagna e l'indice Sentix che misura la fiducia degli investitori nella zona euro. È inoltre prevista la presentazione del report annuale Bce al Parlamento europeo da parte del presidente dell'istituto centrale di Francoforte, Christine Lagarde. Prima dell'avvio delle contrattazioni in Europa è stato pubblicato il dato sulla produzione industriale tedesca. Nel dettaglio, la produzione industriale è rimasta invariata a dicembre su base mensile rispetto al +1,5% della passata rilevazione (dato rivisto da +0,9%). Il mercato si attendeva un dato pari a +0,3 per cento.