Italia Markets closed

Piazza Affari e Borse europee previste deboli in avvio su dubbi Usa-Cina, nuova raffica di trimestrali

Valeria Panigada

L'ultima seduta della settimana dovrebbe avviarsi con segno meno per Piazza Affari e le Borse europee dopo la serie di rialzi consecutivi. Il contesto internazionale rimane caratterizzato dall'incertezza sulle relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Dopo la notizia di ieri, secondo cui le controparti hanno raggiunto un accordo per l'azzeramento simultaneo di alcuni dazi esistenti che renderebbe più vicino il raggiungimento della "Fase 1" dell'accordo, l'entusiasmo si è smorzato nelle ultime ore. Secondo Reuters, infatti, il piano si starebbe scontrando contro una forte opposizione alla Casa Bianca.

L'azionario asiatico si è così indebolito. L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo, che aveva aperto con uno scatto rialzista dello 0,8% testando i massimi dell'ultimo anno, ha chiuso in progresso di appena lo 0,26%, a quota 23.391. Shanghai negativa con -0,49%. Giù anche Hong Kong -0,72%, Sidney piatta con -0,04%, Seoul -0,33%.

L'attenzione degli investitori rimane rivolta alle trimestrali, che anche oggi animeranno Piazza Affari con i conti di Atlantia, Unipol, Ubi Banca, Fincantieri e Tim.