Italia markets close in 7 hours 47 minutes

Piazza Affari e Borse europee attese deboli in avvio, attenzione a Fca

Valeria Panigada

Piazza Affari e le Borse europee dovrebbero aprire la seduta odierna in territorio negativo, dopo un inizio di settimana sprint. Ieri l'indice Ftse Mib ha chiuso con un balzo dello 0,84% a 23.524 punti, riavvicinando i top 2019. Il sentiment positivo è stato dettato dalle speranze che la guerra commerciale esplosa tra gli Stati Uniti di Donald Trump e la Cina di Xi Jinping 18 mesi fa possa davvero concludersi. Le controparti hanno raggiunto un accordo sulla Fase 1, primo passo di una intesa più ampia volta a porre fine alla guerra dei dazi. Questa mattina si è assistito a rialzi sostanziali sull'azionario asiatico in scia ai nuovi record testati da Wall Street, con il Dow Jones balzato di 100,51 a 28.235,89 punti, lo S&P 500 che ha fatto +0,7% a 3.191,45 e il Nasdaq Composite +0,9% a quota 8.814,23.

La giornata sarà movimentata da alcuni appuntamenti. L'agenda macro di oggi prevede nel corso della mattina l'aggiornamento sulla bilancia commerciale dell'Italia e i dati sul mercato del lavoro in Gran Bretagna. Nel pomeriggio giungeranno dagli Stati Uniti le indicazioni sul settore immobiliare, con i permessi edilizi e le nuove costruzioni. In uscita anche la produzione industriale. Tra gli appuntamenti, si segnala la conferenza stampa del vicepresidente della Commissione Ue Dombrovskis.

In Italia l'attenzione del mercato è rivolta al fronte politico. La legge di bilancio 2020 varata dal governo M5S-PD ha ricevuto il via libera del Senato, con 166 voti favorevoli e 128 contrari. Non ci saranno più modifiche al testo della manovra che approderà alla Camera e che sarà dunque blindato. La manovra per il 2020 potrebbe arrivare a valere 32 miliardi. Oggi a Roma, il ministero dello Sviluppo economico riunisce il tavolo su Alitalia, mentre il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parteciperà alla presentazione della strategia di innovazione del Paese. Tra i titoli di Piazza Affari, attenzione a Fca in scia ai dati sulle immatricolazioni in Europa. Non solo. Oggi si riunirà il cda della francese Psa Peugeot Citroen, da cui potrebbero arrivare novità riguardanti il progetto di alleanza.