Italia markets close in 41 minutes
  • FTSE MIB

    23.121,02
    +22,87 (+0,10%)
     
  • Dow Jones

    31.785,73
    -176,13 (-0,55%)
     
  • Nasdaq

    13.404,78
    -193,18 (-1,42%)
     
  • Nikkei 225

    30.168,27
    +496,57 (+1,67%)
     
  • Petrolio

    63,16
    -0,06 (-0,09%)
     
  • BTC-EUR

    41.696,66
    +1.332,79 (+3,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.019,62
    +24,96 (+2,51%)
     
  • Oro

    1.773,50
    -24,40 (-1,36%)
     
  • EUR/USD

    1,2222
    +0,0054 (+0,44%)
     
  • S&P 500

    3.888,25
    -37,18 (-0,95%)
     
  • HANG SENG

    30.074,17
    +355,93 (+1,20%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.698,18
    -7,81 (-0,21%)
     
  • EUR/GBP

    0,8637
    +0,0037 (+0,43%)
     
  • EUR/CHF

    1,1044
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,5292
    +0,0067 (+0,44%)
     

Piazza Affari: ecco i titoli favoriti dal possibile governo a guida Draghi

Redazione
·2 minuto per la lettura
Piazza Affari: ecco i titoli favoriti <br />dal possibile governo a guida Draghi
Piazza Affari: ecco i titoli favoriti
dal possibile governo a guida Draghi

La riduzione dello spread sosterrà i bancari, ma anche i big del risparmio gestito, oltre a società come Atlantia e TIM, potrebbero beneficiare delle politiche di un governo guidato da Draghi

I titoli finanziari hanno già preso il volo, ma potrebbero non essere gli unici favoriti da un eventuale governo Draghi. In attesa di conoscere l’esito delle consultazioni con i partiti, e quindi la decisione del presidente del Consiglio incaricato, è già tempo di passare al setaccio settori e titoli di Piazza Affari per capire quali potrebbero performare meglio.

LO SPREAD SOSTIENE I BANCARI

Tutto è ancora appeso alla riserva con la quale Mario Draghi ha accettato l’incarico dal presidente Mattarella. Ma i primi movimenti in Borsa sono stati abbastanza chiari: spread in picchiata verso i 105 punti base (ai minimi da marzo 2016) e titoli bancari che registrano forti rialzi. In un report Bank of America vede un possibile rialzo di circa 30% per i titoli finanziari italiani come Poste Italiane, Intesa Sanpaolo e Unicredit.

I BIG DEL RISPARMIO GESTITO

Oltre ai bancari, secondo Banca Akros anche i big italiani del risparmio gestito (Anima, Azimut, Banca Mediolanum ma anche la stessa Poste Italiane) potrebbero essere favoriti da una maggiore liquidità in arrivo. Ancora, secondo Banca Akros, Intesa Sanpaolo e Mediobanca sono meglio posizionati tra i bancari, così come lo sblocco dei dossier Autostrade e rete unica potrebbe favorire l’andamento dei titoli di Atlantia e TIM. Tra i 14 titoli segnalati dagli analisti, figurano inoltre Leonardo, WeBuild, Cattolica, Mediaset e Inwit. Eventuali riforme del mercato del lavoro potrebbero inoltre favorire Openjob Metis.

I TITOLI SEGNALATI DA EQUITA SIM

Secondo gli analisti di Equita Sim l’eventuale governo Draghi potrebbe favorire i titoli liquidi. "La credibilità di Draghi a livello internazionale potrebbe spostare flussi di capitale sull'Italia, quindi in una prima fase suggeriamo di puntare su titoli liquidi che traggono vantaggio dalla riduzione dello spread, dall'implementazione degli investimenti legati al Recovery Fund e/o dalla riduzione dello 'sconto Italia’”, spiegano gli analisti di Equita Sim. Nel dettaglio, i titoli indicati a questo proposito tra i preferiti sono Buzzi Unicem, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Mediolanum e Stellantis. “Il nuovo Governo – proseguono da Equita Sim - dovrebbe innanzitutto operare per un efficace e tempestivo utilizzo dei fondi del Recovery Fund e impostare alcune riforme strutturali per accelerare la traiettoria di crescita dell'economia".