Piazza Affari, sul finale arrivano le vendite

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
SAPMF24,100,00
STS.MI7,550,03
MDS.DU3,7790,000

Seduta che per la quasi totalità non si è discostata di molto dalla linea della parità, poi, negli ultimi minuti di contrattazione il mercato si è ricordato che oggi è venerdì, la performance dell’ottava è positiva ed allora ha preferito alleggerire le posizioni.

Alla fine, così, per il nostro Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) (-0,50%) il fixing è avvenuto sul minimo di giornata, poco sopra 15.800 punti, per “l’attacco” a quota 16.000 se ne parlerà la prossima settimana, sempre che gli investitori mantengano la fiducia dimostrata in queste due ultime settimane.

Dando un’occhiata allo spread (anche oggi in discesa di oltre un punto percentuale), sembrerebbe di sì, dopotutto il nostro indice principale, da inizio anno, rimane tutt’ora fra quelli meno premiati dal mercato.

Oggi gli Stati Uniti non hanno aiutato le Borse del Vecchio Continente, dagli Usa infatti soltanto dati macro “deboli” seppur non disastrosi. Come le spese personali, ad esempio, calate a sorpresa dello 0,2%, oppure l’indice PMI di Chicago, salito sì oltre quota 50 punti, ma rimasto inferiore alle attese.

Comunque nulla di male, dopo un +2,81% della vigilia il mezzo punto lasciato oggi sul terreno rientra nella norma, peccato però perché a poco più di un’ora dal fixing il Ftse Mib aveva toccato il proprio massimo giornaliero a 15.939,96 punti.

In vetta ai guadagni giornalieri Fiat (+2,65%) che se ne frega del downgrade di Morgan Stanley (Dusseldorf: 653571.DU - notizie) (Underweight con tp a 3,2 euro) e del fatto che Equita Sim lo abbia inserito nella lista dei titoli meno preferiti.

A seguire troviamo Stmicroelectronics (Dusseldorf: SGM.DU - notizie) (+2,13%) che continua così il proprio buon recupero avvicinandosi a quota 5 euro.

Ancora bene Bper (+1,67%) anche oggi leader di un comparto che ha fatto registrare un maggior numero di ribassi.

, Sfrutta il rialzo della controllata Exor (EUREX: 572835.EX - notizie) (+1,22%) alla terza seduta positiva di fila e ritocca ulteriormente il proprio massimo dell’anno Ansaldo (Milano: STS.MI - notizie) (+0,96%) pur terminando le contrattazioni sotto il prezzo di apertura.

Risale ancora Saipem (Other OTC: SAPMF.PK - notizie) (+0,94%) tornato sopra quota 34 euro.

Sul fondo della classifica troviamo la Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) (-3,19%) che storna dopo l’exploit della vigilia, in difficoltà ancora Mediaset (Dusseldorf: MDS.DU - notizie) (-2,31%) perennemente martoriata dal mercato e termina sul minimo giornaliero Enel Green Power (Berlino: 11758488.BE - notizie) (-2,09%).

Storna anche Buzzi Unicem (MDD: BZU.MDD - notizie) (-1,68%) penalizzato da un downgrade di Morgan Stanley, ma chiude lontana dai minimi della mattinata.

Ed infine continua ad essere una chimera quota 3 euro per Enel (Madrid: ENE.MC - notizie) (-1,55%) che ogni volta che si avvicina a questo livello trova diversi venditori.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.933,66 +1,19% 11:54 CEST
Eurostoxx 50 3.201,13 0,79% 11:39 CEST
Ftse 100 6.714,86 0,60% 11:39 CEST
Dax 9.614,12 0,73% 11:39 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati