Piazza Affari ha ancora spazio al rialzo, ma è bene essere cauti

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
YPFL3.SA0,0000
ADBE64,04+1,00
4969.TWO20,650,05
^FCHI4.431,81+26,15

Prosegue l’ascesa delle Borse europee che anche oggi hanno terminato gli scambi in positivo, mostrando una maggiore forza relativa rispetto a Wall Street. Mentre il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) si è fermato a ridosso della parità con un frazionale rialzo dello 0,01%, sono riusciti a fare meglio il Ftse100 e il Dax30 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,28% e dello 0,33%. Ad indossare la maglia rosa è stata ancora una volta Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) terminare gli scambi a 15.764 punti, con un rialzo dell‘1,15% dopo aver toccato un masssimo a 15.786 e un minimo a 15.575 punti. Grazie alla tenuta di area 15.500, l’indice è riuscito a scavalcare anche l’ostacolo successivo dei dei 15.700 e ora sembra proiettato verso i 15.850 prima e i 16.000 in un secondo momento. Molto positivo sarà il superamento di quest’ultimo livello di prezzo che aprirà le porte ad un nuovo test dei 16.200, da cui ha preso il via la caduta dei corsi a partire dalla metà della scorsa settimana. Se il Ftse Mib sarà capace di spingersi anche oltre i 16.200, allora avrà campo libero verso i 16.500 e i 16.700, prima di tentare un allungo in direzione dei massimi dell’anno in area 17.000/17.150, il raggiungimento dei quali appare prematuro per il momento. Ritorni al di sotto dei 15.700 punti potrebbero portare a delle prese di profitto che spingeranno i corsi verso i 15.500. Con l’abbandono di questa soglia di prezzo sarà elevato il rischio di un nuovo test di area 15.250, sotto la quale la discesa proseguirà verso i 15.100/15.000, dove si dovrebbe assistere ad una ripresa degli acquisti. L’idea è che il mercato sia ben posizionato per mettere a segno ulteriori spunti rialzisti, ma la cautela è ancora d’obbligo visto che molto dipenderà anche dalle novità che arriveranno in serata dalla Fed e dalla reazione di Wall Street che andranno a condizionare l’apertura delle Borse europee domani.

, Per la prossima giornata, con riferimento alle novità attese sul fronte macro Usa, si guarderà alle nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione che dovrebbero attestarsi a 370mila unità, in linea con la lettura dell’otava precedente. Per i prezzi alla produzione di novembre le attese parlano di un calo dello 0,5%, in peggioramento rispetto alla variazione negativa dello 0,2% di ottobre, mentre la versione “core”, depurata cioè delle componenti più volatili quali alimentari ed energia, dovrebbe salire dello 0,2% rispetto al calo dello 0,2% precedente.

Le vendite al dettaglio di novembre sono viste in rialzo dello 0,3% dalla contrazione dello 0,3% precedente, mentre per le scorte delle imprese di ottobre si prevede un rialzo dello 0,4% rispetto allo 0,7% di settembre.

Sempre in America, dopo la chiusura dei listini, l’attenzione sarà rivolta ad Adobe Systems (NasdaqGS: ADBE - notizie) che presenterà i risultati del quarto trimestre dell’esercizio 2011-2012, dai quali ci si attende un utile per azione di 0,57 dollari. Non si segnalano dati macro di particolare rilievo nel Vecchio Continente, dove sarà diffuso in mattinata il bollettino mensile della Banca Centrale europea. Domani inoltre alle ore 10 avranno inizio i lavori dell’Ecofin sulla Grecia e su Cipro.

A Piazza Affari si segnalano solo due titoli a piccola e media capitalizzazione e si tratta di Le Buone Società nel giorno in cui si riunirà l’assemblea del gruppo, mentre per Txt (Taiwan OTC: 4969.TWO - notizie) e-Solution è in programma una riunione del Cda (Sao Paolo: YPFL3.SA - notizie) per l’approvazione del budget 2013.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.417,53 0,00% 02:01 CEST

Ultime notizie dai mercati