Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,02 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,10 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    84,83
    -0,72 (-0,84%)
     
  • BTC-EUR

    31.442,32
    +80,43 (+0,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    870,86
    +628,18 (+258,85%)
     
  • Oro

    1.836,10
    -6,50 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,1348
    +0,0031 (+0,27%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8370
    +0,0053 (+0,64%)
     
  • EUR/CHF

    1,0341
    -0,0033 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,4273
    +0,0133 (+0,94%)
     

Piazza Affari, il Ftse Mib chiude sopra 27 mila punti

·1 minuto per la lettura

Chiusura di settimana in solido territorio positivo per Piazza Affari, spinta dalle indicazioni secondo cui la variante Omicron potrebbe essere meno pericolosa del ceppo Delta (anche se più contagiosa).

Sul Ftse Mib, che si è fermato sopra 27 mila a 27.016,22 punti (+0,7%), spicca il balzo registrato dalle azioni CNH Industrial (+3,45%) dopo il via libera dell’assemblea straordinaria alla scissione di Iveco.

Nel comparto industriale performance positive sono state registrate anche da Pirelli e da Stellantis, salite rispettivamente dell’1,36 e dello 0,89%. Giornata positiva anche per le aziende di pubblica utilità, con il +1,51% di A2A, il +0,82% di Terna ed il +0,58% di Enel.

Secondo quanto riportato dai giornali, il Cda di quest’ultima e quello di Intesa Sanpaolo (+0,92%) avrebbero approvato l’acquisizione congiunta da 1,5 miliardi di Mooney, la ex Sisal Pay. Il prossimo 3 febbraio, l’istituto guidato da Carlo Messina presenterà il nuovo piano di impresa. Tra gli istituti di credito segno più anche per UniCredit (+0,51%) mentre BPER Banca ha lasciato sul campo lo 0,87%.

Tra le performance migliori troviamo quella di Assicurazioni Generali (+1,33%) che ha fatto sapere di voler esercitare l'opzione di rimborso anticipato su tutti i titoli di debito perpetuo subordinato in circolazione appartenenti alla serie denominata “£ 495.000.000 6,416 per cento”.

Poco mosso a 134 punti base lo spread tra i nostri Btp a 10 anni ed i corrispondenti titoli tedeschi. (in collaborazione con money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli