Piazza Affari in orbita

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
PMI.MI0,680,01
BPD.BE4,990,00
AZM.MI22,630,43
LUX.MI41,230,27

Diminuisce lo spread, risalgono i titoli bancari e … Piazza Affari vola! Il segnale era già arrivato ieri, quando nella seconda parte della seduta Wall Street aveva suonato la carica, la chiusura delle Piazze europee così lontana dai minimi di giornata era stata da preludio al boom delle quotazioni al quale abbiamo assistito oggi.

I titoli bancari hanno beneficiato del clima diventato improvvisamente più “sereno”, fiscal cliff forse sotto controllo e situazione in Europa “in via di definizione”, almeno questa è la percezione che sta avendo il mercato.

A me sembra che le buone notizie debbano essere cercate col lanternino, anche oggi, ad esempio, i dati macro, pur non risultando negativi, sono stati, seppur di poco, inferiori al consenso, ha fatto eccezione il dato immobiliare che, invece, ha fatto registrare un boom delle vendite di case con contratti da concludere.

L’attesa era incentrata sul Pil Usa per il terzo trimestre, il consenso era per un +2,8%, l’incremento è stato del +2,7%, tutto sommato senza dubbio soddisfacente, ma ricordiamo anche che gli “incentivi” attualmente in essere non potranno venire prorogati all’infinito.

Per quanto riguarda il nostro Paese la notizia migliore arriva dalle aste dei titoli di Stato, oggi si collocavano un totale di 11 miliardi con scadenze a 5 e 10 anni, ebbene i rendimenti sono risultati in netto calo, ai minimi degli ultimi due anni, cioè ai tempi del Governo Berlusconi, tanto per intenderci, prima dell’attacco speculativo sul quale solo la storia farà completa chiarezza.

Lo spread per ora si è attestato a 322,29 punti, ma è chiaro che il desiderio di tutti è perlomeno di vederlo in area 200 punti.

, Godiamoci questa giornata, con questo rialzo (Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) +2,81%) il nostro indice principale è tornato su valori che non toccava dallo scorso 18 ottobre, il primo obiettivo è ora quota 16.000 punti, ma è chiaro che ora si deve puntare ai massimi di periodo (in area 16.500 punti), ricordiamo poi che il Top dell’anno è stato stabilito a San Giuseppe, e quello non sarà un traguardo agevole da raggiungere (17.133 punti).

Fra tutti i quaranta titoli, tutti in rialzo, citiamo “il podio” oggi formato da tre titoli bancari: Banca Popolare Emilia Romagna (+9,91%), Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) (+8,26%) e Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) (+7,55%).

A questi aggiungiamo risultati importanti come quello di Ansaldo (Milano: STS.MI - notizie) (+6,22%) che, dopo aver stabilito il massimo dell’anno intraday, andando a toccare quota 6,99 euro, ha terminato le contrattazioni a 6,75 euro, Mediolanum (EUREX: 976622.EX - notizie) (+4,10%) davvero ad un soffio dal massimo dell’anno, Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) (+3,47%) che stabilisce il miglior fixing del 2012 e la solita Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) (1,38%) che ritocca per la nona volta consecutiva il proprio massimo storico (se non è un record, poco ci manca).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 24 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 24 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 24 apr 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 24 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,00% 24 apr 22:32 CEST
Nikkei 225 14.494,34 0,62% 04:49 CEST

Ultime notizie dai mercati