Italia markets open in 8 hours 38 minutes
  • Dow Jones

    33.912,44
    +151,39 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    13.128,05
    +80,87 (+0,62%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • EUR/USD

    1,0170
    -0,0088 (-0,85%)
     
  • BTC-EUR

    23.722,03
    -287,78 (-1,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    571,41
    -19,35 (-3,28%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • S&P 500

    4.297,14
    +16,99 (+0,40%)
     

Piazza Affari inizia il 2022 all’insegna dei rialzi

·2 minuto per la lettura

Il 2022 dei listini finanziari europei si apre all’insegna degli acquisti. Anche se la diffusione della variante Omicron continua a preoccupare, la prima seduta dell’anno dei listini europei si è chiusa in solido territorio positivo in scia della convinzione che nel giro di qualche settimana anche la diffusione del nuovo ceppo, che si è finora rivelato estremamente contagioso ma poco letale, raggiungerà un picco.

In questo contesto, la prima seduta dell’anno del Ftse Mib è terminata a 27.730,32 punti, +1,4% rispetto al dato precedente. Andamento speculare per lo spread Btp-Bund, sceso di quasi 3 punti percentuali a 132 punti base.

Sul paniere delle blue chip sono due i titoli che si sono distinti in negativo: DiaSorin (2,54%), che come sempre si è mossa in controtendenza rispetto alle indicazioni in arrivo dal fronte sanitario, e CNH Industrial (-2,26%), penalizzata invece dal debutto delle azioni Iveco Group (-10,23%).

La palma di top performer è invece andata all’accoppiata formata da Stellantis (+3,85%) e da Tenaris (+3,95%). Denaro anche su Telecom Italia (+3,43%) dopo che Giovanni Gorno Tempini, presidente di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e membro del Cda di Telecom Italia, nel corso di un intervento ha definito inevitabile la creazione di una rete unica a banda larga in Italia.

Nel comparto bancario segnaliamo il +3,4% di BPER Banca, il +3,12% di Intesa Sanpaolo, il +2,88% di Banco BPM ed il +1,54% di UniCredit. Giornata di rialzi anche per Banca MPS (+1,79%), che ha fatto sapere che i contatti con le autorità sui contenuti del piano industriale stanno proseguendo, e +12,64% di Tiscali dopo il progetto di integrazione con il Gruppo Linkem.

Tra le aziende di pubblica utilità, Enel ha segnato un +2,11% mentre A2A ha chiuso con un +0,44% in scia della notizia che il consorzio formato da Ascopiave (+1,01%), Acea (+0,64%) e Iren (+1,43%) si è aggiudicato la gara per l’acquisizione di alcune concessioni nell’ambito della distribuzione di gas con un enterprise value di 126,7 milioni di euro. Sopra la parità anche Italgas (+0,59%) che ha annunciato che, nell’ambito delle indagini sulla tragedia di Ravanusa, alcuni dipendenti sono stati raggiunti da avvisi di garanzia. (in collaborazione con money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli