Piazza Affari: da luglio, la seconda migliore borsa al mondo

Le borse iniziano il mese di dicembre con il piede giusto. Piazza Affari in particolare si arrampica vistosamente, prima di cedere nel finale e chiudere nei pressi dell’apertura. In teoria si tratta di una formazione di inversione di tendenza; ma solo in teoria: non ci meraviglieremmo se la minaccia rientrasse nelle prossime ore, alla luce delle considerazioni cicliche svolte ieri.

L’indice MIB sta recuperando posizioni anche in termini relativi: non a caso nelle ultime settimane vanta una performance del 21.5%, che fa del listino nazionale il secondo migliore al mondo, nell’ambito dei primi 21 indici per capitalizzazione. Scontato l’interessamento in prospettiva della resistenza che contenne il rialzo a metà settembre: una barriera il cui superamento ci spingerebbe verso il target delineato ieri mattina.

Ieri abbiamo parlato anche di stagionalità, ricordando la risposta tipica di Wall Street quando si arriva al mese di dicembre con un saldo a doppia cifra, come succede quest’anno. A tal proposito ci piacerebbe oggi mostrare il modello stagionale basato sul “ciclo decennale”, e proposto ad inizio anno in sede di Outlook per il 2012: la somiglianza fra l’andamento teorico e quello effettivo è risultata formidabile.

Nota. Il presente commento è un estratto sintetico del Rapporto Giornaliero, pubblicato tutti i giorni entro le 8.20 da AGE Italia; pertanto eventuali riferimenti a studi tecnici vanno intesi riferiti ai grafici ivi riportati.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito