Piazza Affari non ancora al riparo da nuovi scivoloni

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
IRC.MI2,010,00
AT.MI12,000,10
3A1.BE0,00

Seduta a due facce quella odierna per le Borse europee che dopo aver ritorvato la via dei guadagni, sono state costrette ad azzerare nel pomeriggio il vantaggio iniziale, complice la negatività di Wall Street. Il Cac40 è riuscito a limitare i danni ad un calo dello 0,06%, mentre sono rimasti più indietro il Ftse100 e il Dax30 che sono scesi rispettivamente dello 0,27% e dello 0,39%. Ancora più pesante il bilancio di Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) terminare gli scambi a 15.194 punti, in ribasso dello 0,64%, dopo aver toccato un massimo a 15.393 e un minimo a 15.091 punti. L’indice non è stato capace di riconquistare l’area dei 15.500, scivolando velocemente verso i 15.000 punti, anche se già dall’area dei 15.100 si è avuta una reazione che ha riportato poco sopra i 15.300, con conseguente ritorno a ridosso dei 15.200. Il mercato non sembra ancora pronto per mettere a segno una reazione degna di nota, mantenendo il fianco scoperto dopo l’affondo della vigilia che si è esteso alla sessione odierna. Ulteriori segnali di debolezza si avranno con la mancata riconquista di area 15.300/15.200, preludio ad un test dei 15.000 punti, dove in prima battuta si dovrebbe assistere ad una ripresa degli acquisti. In mancanza di ciò le vendite proseguiranno in direzione dei 14.800, sotto i quali la flessione proseguirà verso i 14.500, importante livello dalla cui tenuta dipenderà la difesa del trend rialzista di medio periodo ancora in essere, ma messo in pericolo dai movimenti delle ultime sedute. Fino a quando i corsi si manterranno al di sopra dei 15.000 punti, sarà lecito sperare in una ripresa che al di sopra dei 15.300 condurrà il Ftse Mib verso i 15.500. Una volta riconquistato questo livello, l’ostacolo da monitorare sarà quello dei 15.800, prima di pensare ad un test di area 16.000.

, Per l’ultima seduta della settimana, sul fronte macro Usa si segnala l’aggiornamento relativo ai prezzi import che ad ottobre dovrebbero attestarsi sulla parità, in frenata rispetto al rialzo dell‘1,1% di settembre. Per il dato preliminare relativo alla fiducia Michigan di novembre le stima parlano di una lettura a 82,5 punti, sostanzialmente in linea con quella di ottobre pari a 82,6 punti. In agenda anche le scorte all’ingrosso di settembre che dovebbero salire dello 0,4% rispetto alo 0,5% precedente. Segnaliamo inoltre un discorso di James Bullard, presidente della Fed di St.Louis che parlerà dell’economia e della politica monetaria. Prima dell’apertura di Wall Street, saranno diffusi i conti trimestrali di Jc Penney (NYSE: JCP - notizie) , per i quali si prevede una perdita per azione di 0,05 dollari. In Europa si guarderà alla Germania dove sarà diffuso il dato definitivo relativo all’inflazione di ottobre per il quale si prevede una lettura sulla parità, in linea con l’indicazione del mese precedente. A Piazza Affari saranno diffusi i risultati del terzo trimestre di Atlantia (EUREX: AOPG.EX - notizie) , Generali (EUREX: ASGF.EX - notizie) , Parmalat (Berlino: P4I.BE - notizie) e Telecom Italia (Other OTC: TIAOF.PK - notizie) tra le bue chips, e allo stesso appuntamento saranno chiamate diverse società a piccola e media capitalizzazione e si tratta di: Autostrada To-Mi (Milano: AT.MI - notizie) , Aeffe (Berlino: 3A1.BE - notizie) , B&C Speakers (Berlino: 37B.BE - notizie) , Banco di Sardegna, Bonifiche Ferraresi (Milano: BF.MI - notizie) , Fiera Milano (Milano: FM.MI - notizie) , Irce (Milano: IRC.MI - notizie) , Mid Industry Capital, Sias (Milano: SIS.MI - notizie) , Seat Pagine Gialle (Francoforte: A0RFZA - notizie) , Sol (Stoccarda: 915322 - notizie) , Tesmec (Milano: TES.MI - notizie) e Zucchi (Milano: ZUC.MI - notizie) .

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.935,34 +1,49% 22 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.199,69 +1,39% 22 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.681,76 0,85% 22 apr 17:35 CEST
Dax 9.600,09 +2,02% 22 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.514,37 0,40% 22 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST