Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.193,04
    +825,85 (+2,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Piazza Affari parte bene: Italgas in testa al Ftse Mib, bene anche Stellantis

·1 minuto per la lettura

In moderato rialzo Piazza Affari in avvio dell'ultima seduta della settimana. L'indice Ftse Mib sale dello 0,19% a 25.959 punti. Ieri l'indice guida milanese aveva risalito la china sul finale grazie alla sponda di una Bce che si è mostrata ancora accomodante nonostante l'annuncio del rallentamento del ritmo di acquisti nell'ambito del PEPP. Tra le blue chip di Piazza Affari si segnala il +2,16% di Italgas che si è aggiudicata la gara per l'acquisizione del 100% di Depa Infrastructure S.A., responsabile della distribuzione di gas naturale in Grecia. Il corrispettivo concordato per il 100% del capitale di DEPA Infrastructure è pari a 733 milioni di euro. Bene anche Stellantis (+0,73%) e i titoli oil con rialzi dello 0,5 per cento circa per Saipem e Tenaris. Tonica anche Diasorin (+0,87% a 207,4 euro) che ieri ha nuovamente aggiornato i top storici intraday in area 208 euro. Stamattina delusione dal Pil britannico, salito solo dello 0,1% a luglio, decisamente peggio rispetto alla crescita pari a +0,6% attesa dal consensus. Il PIL UK ha scontato l'aumento delle infezioni da Covid-19 nel paese, con la diffusione della variante Delta. Ieri la Banca centrale europea (Bce) ha deciso un "ritmo moderatamente più basso" degli acquisti nell’ambito del programma PEPP rispetto ai due trimestri precedenti, sulla base di un miglioramento delle prospettive di inflazione e condizioni di finanziamento favorevoli. Christine Lagarde ha specificato che non si tratta di inizio del tapering, ma una ricalibrazione di uno strumento flessibile come il PEPP.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli