Italia markets open in 54 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.257,25
    -76,27 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,1409
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    37.089,42
    -716,19 (-1,89%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.014,86
    -10,87 (-1,06%)
     
  • HANG SENG

    24.124,77
    -93,26 (-0,39%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Piazza Affari parte forte: banche in spolvero con Banco BPM in testa al Ftse Mib

·2 minuto per la lettura

Partenza lanciata per il Ftse Mib dopo il saliscendi della scorsa ottava. L'indice guida milanese segna +0,61% a 27.786 punti dopo i primi minuti di contrattazioni. Riflettori puntati oggi sul risiko bancario con Bper (+0,7%) che ha migliorato l'offerta per la quota di Banca Carige in capo all'Fitd, primo azionista con una quota dell'80%, in vista della riunione del Comitato di gestione del fondo, in calendario nella giornata di oggi. Gli ultimi rumor vedono la banca modenese aver ridotto l'onere a carico del Fitd a circa 600-700 milioni rispetto al miliardo precedentemente indicato. Tra i pretendenti alla banca ligure, secondo le indiscrezioni trapelate negli ultimi giorni, ci sarebbero anche Credit Agricole Italia e il fondo Cerberus. Tra gli altri titoli +1,4% per Banco BPM e +0,85% sia per Intesa Sanpaolo che per Unicredit. Bene Ferrari a +0,8% dopo l'annuncio della nuova struttura organizzativa volta a rendere la società più pronta a cogliere le prossime opportunità. “Vogliamo spingere più avanti i confini in tutte le aree, utilizzando la tecnologia in una modalità unica e propria di Ferrari”, ha dichiarato Benedetto Vigna, CEO di Ferrari. La scorsa settimana ha visto molta volatilità per i mercati sulla scia degli ultimi verbali della Fed che hanno alimentato le attese tra gli investitori di un aumento anticipato dei tassi negli Stati Uniti. Nonostante la mancanza di titoli di lavoro di venerdì, l'aumento dei salari e il calo della disoccupazione hanno alimentato i timori di un surriscaldamento dell'economia. Sebbene alcune di queste preoccupazioni si siano attenuate durante il fine settimana, sembra che il 2022 sarà un ambiente molto diverso per la politica monetaria", si legge oggi nella Morning Call di IG. Oggi calendario scarno di eventi, con la settimana che vede in primissimo piano l'inflazione statunitense (in uscita mercoledì) e l'earning season al via a Wall Street venerdì. In Italia focus sulla conferenza stampa di Draghi in agenda oggi alle 18.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli