Finmeccanica sotto pressione, si temono altre svalutazioni e un aumento di capitale

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA29,440,34
RBS.L301,740,46
MB.MI8,120,03
FINMF9,000,00
FTSEMIB.MI21.891,20-44,14

A Piazza Affari, dove il Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) sale dello 0,25% a quota 16.685 punti, tutti gli occhi sono ancora puntati su Finmeccanica (-0,23% a 4,40 euro) nel giorno in cui si tiene il cda che, dopo l'arresto del presidente e ad, Giuseppe Orsi, al fine di evitare un impasse a livello operativo nominerà ad interim Alessandro Pansa in modo tale che possa esserci continuità gestionale. Giuseppe Zampini è visto dal mercato come il più adatto per essere il ceo definitivo.

Il nuovo management verrà nominato dal nuovo governo nei prossimi mesi. Il mercato teme non solo uno stop al processo di vendita Ansaldo Energia, ma anche ai contratti dopo che il governo indiano ha confermato che, qualora venisse dimostrata la colpevolezza degli imputati, l'ordine di 12 elicotteri da 750 milioni di dollari verrebbe cancellato e Finmeccanica (Other OTC: FINMF - notizie) inserita nella black list. Si teme anche un possibile downgrade del debito in arrivo da parte di Fitch dopo che ieri l'agenzia ha messo il rating di lungo termine BBB- sotto osservazione per un possibile declassamento. Non solo.

"L'arresto di Orsi rischia di far uscire le obbligazioni Finmeccanica dagli indici Iboxx investment grade e farli entrare in indici junk", sostiene l’analista di Royal Bank of Scotland (Londra: RBS.L - notizie) , Rodolphe Ranouil, secondo il quale è notevolmente aumentata la probabilità di un downgrade di un notch anche da parte di Standard & Poor’s.

Gli analisti di Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) (underperform e target price a 3,1 euro confermati sul titolo) non ritengono che Finmeccanica possa avere problemi a livello di costo del debito ( le obbligazioni Finmeccanica e le linee di credito revolving sono prive di covenant finanziari ), mentre per quanto concerne il rifinanziamento c'è un bond da 800 milioni di euro che scade a dicembre di quest'anno.

Tuttavia "le incertezze legate alle possibili cancellazioni di ordini, alla capacità di Finmeccanica di competere sul mercato alla luce delle nuove inchieste oltre al probabile delay della cessione di Ansaldo Energia ci portano a mantenere una raccomandazione neutral sul titolo", affermano stamani anche gli analisti di Intermonte.

Rating che Banca Imi ha messo in revisione (aveva add con un target price a 4,65 euro) visto che la situazione attuale evidenzia tre fattori di rischio legati al processo di cessioni e quindi al rating del gruppo , al l'acquisizione degli ordini futuri sia sul mercato nazionale sia su quello estero e alla potenziale ripresa dei fondamentali del gruppo dopo le   svalutazioni fatte nel 2012. "Poiché il gruppo è ora vicino al nostro target price abbiamo messo il nostro rating e il target price in revisione", indicano a Banca Imi .

Invece Banca Akros lo ha tagliato oggi da hold a reduce. "Se Zampini, che è l'attuale amministratore delegato di Ansaldo Energia, verrà nominato ad di Finmeccanica, riteniamo che non cederà Ansaldo Energia e questo significa che il rischio di un aumento di capitale diventerebbe più probabile".

"Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) mosse del governo indiano sono comprensibili e possono colpire pesantemente Finmeccanica visto che l'India è uno dei più grandi importatori di attrezzature militari con un budget stimato di circa 30 miliardi di dollari l'anno", avvertono gli analisti della banca. Addirittura c'è chi ipotizza che, in caso di condanna, Finmeccanica rischi la sanzione interdittiva (non poter partecipare alle gare pubbliche del governo italiano), uno scenario devastante (il 30% del fatturato è generato in Italia), che gli analisti di equita (hold e target price a 4,4 euro) ritengono poco probabile.

Per Banca Akros dunque la nomina di un nuovo ceo definitivo potrebbe essere una notizia "relativamente buona", solo relativamente perché il nuovo ad potrebbe decidere di sospendere il processo di dismissioni, aumentando così il rischio della necessità di un aumento di capitale. Inoltre, le possibili ritorsioni del governo indiano potrebbero innescare la svalutazione del contratto vinto nel 2010, con un impatto potenziale di circa 1 euro per azione. Anche per questo Banca Akros ha tagliato il target price da 5 a 4 euro e modificato la raccomandazione a reduce.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.891,20 0,20% 11:35 CEST
Eurostoxx 50 3.192,09 0,24% 11:24 CEST
Ftse 100 6.680,09 0,02% 11:24 CEST
Dax 9.576,67 0,24% 11:24 CEST
Dow Jones 16.514,37 0,40% 22 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati