• Dow Jones

    34.297,73
    -66,77 (-0,19%)
     
  • Nasdaq

    13.539,29
    -315,83 (-2,28%)
     
  • Nikkei 225

    27.011,33
    -120,01 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1294
    -0,0011 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    32.967,77
    +956,89 (+2,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    845,44
    +24,85 (+3,03%)
     
  • HANG SENG

    24.228,28
    -15,33 (-0,06%)
     
  • S&P 500

    4.356,45
    -53,68 (-1,22%)
     

Piazza Affari positiva, due velocità per Azimut e UniCredit

·2 minuto per la lettura

Nuovo segno più per le borse europee in generale e per Piazza Affari in particolare che, dopo la conferma del prossimo rialzo dei tassi USA arrivata ieri dalle parole del chairman della Federal Reserve Jerome Powell, oggi hanno incassato, senza apparenti ripercussioni, le indicazioni arrivate dall’inflazione della prima economia.

Nel mese di dicembre 2021, i prezzi al consumo USA hanno fatto registrare un incremento di 7 punti percentuali, contro il +6,8% della precedente rilevazione: per il dato si tratta del livello maggiore dal 1982. Sopra le stime l’indice “core” (quello calcolato al netto delle componenti più volatili) che, stimato un aumento dal 4,9 al 5,4 per cento, ha messo a segno un +5,5%.

Sul Ftse Mib, che ha terminato con un rialzo dello 0,65% a 27.714,26 punti, spicca il -3,23% di UniCredit dopo le indiscrezioni su un presunto interessamento per la banca russa Otkritie. Parità invece per BPER Banca (-0,1%), sempre alle prese con l’affaire-Carige (-0,4%), e segni più per Mediobanca ed Intesa Sanpaolo, salite rispettivamente dell’1,29 e del 2,56%.

La performance migliore sul paniere delle blue chip è stata registrata da Azimut (+4,22%) che ha annunciato che il 2021 del gruppo si chiuderà con un utile compreso tra i 600 ed i 650 milioni di euro. La nuova view è decisamente superiore rispetto alla guidance fornita al mercato (350-500 milioni di euro).

Giornata positiva anche per DiaSorin (+2,66%), che ha capitalizzato la previsione diffusa dal Direttore per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Hans Kluge, secondo cui, al ritmo attuale, entro due mesi oltre il 50% degli europei sarà contagiato dalla variante Omicron.

I nuovi rialzi del greggio, il future sul Brent guadagna lo 0,9% a 84,46 dollari al barile, hanno favorito il terzetto formato da Eni (+1,89%), Saipem (+0,38%) e Tenaris (+0,87%).

Nel giorno della prima asta del 2022, lo spread Btp-Bund ha perso il 2,4% a 136 punti base. Questa mattina il Tesoro ha collocato 6,5 miliardi di Bot a 12 mesi con un rendimento del -0,444%, +2 centesimi rispetto all’asta precedente. Il rapporto tra domanda e offerta, il bid-to-cover, si è attestato a 1,4. (in collaborazione con money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli