Italia markets close in 4 hours 42 minutes
  • FTSE MIB

    26.035,72
    +273,62 (+1,06%)
     
  • Dow Jones

    34.814,39
    +236,82 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    15.161,53
    +123,77 (+0,82%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    72,50
    -0,11 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    40.717,61
    -24,91 (-0,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.231,21
    +33,99 (+2,84%)
     
  • Oro

    1.780,30
    -14,50 (-0,81%)
     
  • EUR/USD

    1,1766
    -0,0060 (-0,51%)
     
  • S&P 500

    4.480,70
    +37,65 (+0,85%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.178,24
    +32,30 (+0,78%)
     
  • EUR/GBP

    0,8509
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0878
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4862
    -0,0054 (-0,36%)
     

Piazza Affari positiva, Leonardo mostra i muscoli

·1 minuto per la lettura

In assenza del faro rappresentato da Wall Street, le borse europee hanno iniziato la settimana con il segno più. Dopo le indicazioni deludenti arrivate venerdì dal mercato del lavoro USA, che dovrebbero ulteriormente ritardare la normalizzazione da parte della Federal Reserve, il focus degli operatori si sposta sul meeting della BCE di giovedì.

La prima seduta della settimana del Ftse Mib si è chiusa a 26.263,43 punti, +0,76% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Btp-Bund non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 105 punti base. Tra le performance migliori troviamo quella registrata dalle azioni Leonardo (+2,3%): il Ceo della società, Alessandro Profumo, ha ribadito che la controllata americana DRS sarà quotata non appena le condizioni lo permetteranno.

Giornata di recupero per Nexi (+2,35%), nelle ultime sedute penalizzata dalla decisione dell’Antitrust di avviare un’istruttoria nell’ambito della fusione con SIA. Denaro sulle banche, con il +1,46% di Mediobanca, il +1,22% di UniCredit ed il +1,08% messo a segno da Banco BPM.

Tra le utilities, segno più per A2A (+1,66%) ed Hera (+0,49%), perfetta parità per Snam e -0,09% di Enel. L’Amministratore delegato di quest’ultima, Francesco Starace, ha fatto sapere di guardare con grande interesse al mercato indiano della distribuzione di energia.

L'incremento, da 21 a 22 euro, del prezzo obiettivo da parte degli analisti di JPMorgan, che hanno confermato la valutazione "overweight", ha permesso ad Assicurazioni Generali di segnare un +1,24%. (in collaborazione con money.it).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli