Piazza Affari: positivi, ma con riserva

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA28,96-1,13
003160.KS11.700,00-300,00
FTSEMIB.MI21.613,30+78,78

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo un intervento realizzato da Filippo Cordella, Responsabile Consulenza Finanziaria di Banca delle Marche. Fortunatamente il rischio che le “coupe de theatre”, che la politica nostrana aveva messo in atto 10 giorni fa, rimettesse tutto in gioco, sembra per il momento scongiurato per il venir meno della credibilità di certi attori e per la fiducia che, anche grazie alle pressioni dei mercati e dell’Europa, il rigore dei conti pubblici italiani verrà garantito dalla prossima formazione di governo.

Positività è poi arrivata dal buon esito dell’operazione di riacquisto lanciata da Atene sui propri titoli di Stato, dall’accordo raggiunto a livello di Unione Europea sull’accentramento dal 2014 presso la Bce della vigilanza sugli istituti di credito più grandi, dai dati positivi sulla congiuntura cinese e dagli ulteriori 45 miliardi di dollari (oltre agli attuali 40) di Treasury che la Fed ogni mese ha deciso di acquistare a partire dal 2013.

BUND In conseguenza di tutto ciò il BUND ha ripiegato, dal quasi nuovo massimo storico a 146,16 visto lunedì scorso, ai 144,86 odierni con lo spread BTP-Bund che, anche grazie alla ridiscesa dei rendimenti dei BTP dal 4,80% al 4,55%, si è riportato sui 320 bp.

Graficamente, però, il movimento sviluppatosi 10 giorni fa, ha riaperto uno scenario palesemente rialzista per il bund: scenario che saremo, però, pronti e lieti di accantonare allorché quotazioni tornassero sotto 143,50.

FTSE MIB (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) Piazza Affari è energicamente rimbalzata salendo dai 15.104 punti dell’indice del 10 dicembre ai 16.023 di massimi odierni. E se nelle prossime ore/sedute il FtseMib dovesse riuscire a posizionarsi sopra tale livello, ci si potrebbe aspettare una chiusura scoppiettante di questo 2012 (anche se le probabili chiusure di posizioni di fine anno, motivate anche da questioni fiscali, finiranno sicuramente per pesare sul mercato).

, EUR/USD Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) buone notizie (di cui sopra parlavamo) hanno ridato forza anche all’euro che si è riportato con decisione sopra quota 1,31: ci sono tutte le premesse affinché, anche quest’anno il cross EUR/USD, come scrivevamo, alcune settimane fa replichi “…l’andamento assunto in occasione delle elezioni presidenziali Usa del 2000, 2004 e 2008”. (fc) Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito