Italia Markets open in 2 hrs 15 mins

Piazza Affari recupera malgrado tensioni Governo. Corre Telecom

Davide Pantaleo
 

La chiusura negativa di ieri lascia spazio ad un tentativo di rimbalzo delle Borse europee che dopo un avvio debole e al di sotto della parità, sono riuscite a risalire la china, virando in positivo.
Il Ftse100 ora sale dello 0,2%, preceduto dal Cac40 e dal dax30 che si apprezzano rispettivamente dello 0,33% e dello 0,38%.

In una giornata priva di dati macro di rilievo in Europa, i listini provano a recuperare terreno malgrado la debole chiusura di ieri a Wall Street che ha terminato gli scambi in rosso dopo i verbali del FOMC. Dalla lettura degli stessi è emerso che i membri del Board guidato da Powell, concordano sulla necessità di portare avanti la stretta monetaria in atto, vista la favorevole situazione economica del Paese.

In lieve progresso Piazza Affari dove il Ftse Mib ha mostrato qualche incertezza nelle prime due ore di contrattazioni e ora sta provando a posizionarsi nuovamente al di sopra della parità, fotografato negli ultimi minuti poco sotto i 19.500 punti, con un progresso dello 0,12%. 

L'attenzione degli investitori è sempre rivolta alla manovra del Governo nel giorno in cui il Commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, incontrerà a Roma il Ministro Tria.

Il mercato prova a reagire alle tensioni sorte in seno al Governo, dopo che il vice premier Di Maio ha parlato di una manipolazione del testo del decreto fiscale inviato al Quirinale, accenando ad una possibile responsabilità di Salvini da cui però sono arrivate smentite.

Il rialzo dello spread al di sopra dei 309 punti base pesa sull'andamento dei titoli del settore bancario tra i quali si muove in positivo solo Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) con un rialzo dello 0,75%.

Bper Banca, Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) e Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) arretrano tutti di poco più di mezzo punto, lasciando più indietro Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) e Banco BPM che flettono dello 0,84% e dell'1,84%.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com

Male il risparmio gestito con FinecoBank (MDD: FBK.MDD - notizie) in arretramento del 2,09%, seguito da Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) che cede lo 0,91% dopo che Equita SIM ha confermato il rating "hold", con un prezzo obiettivo ridotto da 17 a 16 euro. Segue a poca distanza Banca Generali con un rosso dello 0,89%.

In caduta libera Buzzi Unicem (Londra: 0NVQ.L - notizie) che scivola in fondo al paniere del Ftse Mib con un affondo di oltre il 6% complice il taglio dell'outlook per il 2018 da parte di HeidelbergCement (IOB: 0MG2.IL - notizie) che sta mettendo sotto pressione l'intero comparto in Europa.

Male STM che perde il 2,07%, diversamente da Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) che scatta in avanti con un rally di quasi il 3%, complici alcune ricoperture dopo le recenti vendite.

Bene (Londra: 0N6T.L - notizie) i titoli del lusso con Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) in ascesa del 2,5%, seguito da Moncler che guadagna l'1,73% sulla scia della promozione di Jefferies che ha migliorato il giudizio da "hold" a "buy" e si muove in salita anche Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) con un vantaggio dell'1,28%.

Contrastati i titoli del settore oil con il petrolio che scende in direzione dei 69 dollari al barile. Tenaris (Amsterdam: TS6.AS - notizie) sale in controtendenza dello 0,42%, mentre ENI (Londra: 0N9S.L - notizie) e Saipem (Londra: 0NWY.L - notizie) calano dello 0,06% e dello 0,73%.

Sul fronte macro Usa oggi saranno rese note le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 214mila a 215mila unità, mentre l'indice Philadelphia Fed di ottobre è atteso in frenata da 22,9 a 20 punti. Per il Superindice di settembre le stime parlano di una variazione positiva dello 0,5% dopo lo 0,4% di agosto.

In giornata è previsto un discorso di James Bullard, presidente della Fed di St.Louis, oltre al quale parlerà anche Randal Quarles, membro del Board guidato da Powell.

Da seguire prima dell'apertura di Wall Street i conti di Bank of New York e di PayPal (TLO: PYPL-U.TI - notizie) , con un eps atteso a 1,04 e a 0,54 dollari, mentre dai numeri di Philip Morris ci si attende un utile per azione di 1,28 dollari.
A mercati chiusi sarà diffusa la trimestrale di American Express (Swiss: AXP-USD.SW - notizie) per la quale si prevede un eps di 1,76 dollari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online