Italia markets close in 2 hours 4 minutes
  • FTSE MIB

    24.426,19
    -292,62 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,93 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,94 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.162,83
    -120,20 (-0,42%)
     
  • Petrolio

    74,34
    -1,94 (-2,54%)
     
  • BTC-EUR

    15.507,67
    -468,29 (-2,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    379,42
    -3,23 (-0,84%)
     
  • Oro

    1.750,10
    -3,90 (-0,22%)
     
  • EUR/USD

    1,0442
    +0,0037 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.297,94
    -275,64 (-1,57%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.929,18
    -33,23 (-0,84%)
     
  • EUR/GBP

    0,8667
    +0,0072 (+0,84%)
     
  • EUR/CHF

    0,9857
    +0,0020 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,4051
    +0,0145 (+1,05%)
     

Piazza Affari in rialzo con il Pil che continua a salire

(Adnkronos) - Inizio di settimana positivo per le Borse europee, con alcuni titoli in evidenza: in particolare energia, salute e immobiliare. Lievemente negativa Wall Street, aspettando le indicazioni della Fed sui tassi d’interesse: arriveranno dopodomani. Nel frattempo scende il prezzo del gas ad Amsterdam e il petrolio negli Usa. Sul fronte dei cambi l’euro è in calo sul dollaro.

A Piazza Affari, invece, colpisce positivamente il dato sul Pil italiano nel terzo trimestre, secondo una stima dell’Istat in crescita dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e del 2,6% anno su anno. Milano chiude guadagnando lo 0,55%, a 22.652,11 punti. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi sale però e viaggia attorno ai 215 punti base.

Sul listino principale di Piazza Affari risultato positivo per Unicredit (+2,37%). L’istituto ha annunciato che ci saranno impatti dalle modifiche ai termini e le condizioni delle Targeted Longer-Term Refinancing Operations apportate dalla Bce. La stima del margine di interesse per il 2022 è stata aggiornata a oltre 9,7 miliardi di euro, includendo un contributo positivo del meccanismo per tutto l’anno di circa 400 milioni. Bene anche Tim (+0,81%). La società ha siglato l’accordo per prorogare al 30 novembre l’efficacia del memorandum of understanding siglato con Cdp Equity, Macquarie, Kkr e Open Fiber.

In rialzo poi Campari (+2,00%), Diasorin (+2,48%), Tenaris (+2,58%), Unicredit (+2,37%) e Saipem (+1,57%). Quest’ultima ha completato la cessione di tutte le attività drilling onshore a Kcad, che includono Medio Oriente, Africa e le Americhe, per un corrispettivo di 550 milioni di dollari. In coda al listino, invece, Banca Generali (-2,86%), Interpump (-3,02%), Italgas (-1,32%) e Moncler (-3,53%). (in collaborazione con Money.it)