Italia markets close in 2 hours 7 minutes
  • FTSE MIB

    23.140,50
    +42,35 (+0,18%)
     
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    +132,77 (+0,99%)
     
  • Nikkei 225

    30.168,27
    +496,57 (+1,67%)
     
  • Petrolio

    62,70
    -0,52 (-0,82%)
     
  • BTC-EUR

    42.064,22
    +953,71 (+2,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.025,35
    +10,43 (+1,03%)
     
  • Oro

    1.778,20
    -19,70 (-1,10%)
     
  • EUR/USD

    1,2220
    +0,0052 (+0,43%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     
  • HANG SENG

    30.074,17
    +355,93 (+1,20%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.706,48
    +0,49 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8637
    +0,0037 (+0,43%)
     
  • EUR/CHF

    1,1068
    +0,0040 (+0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5259
    +0,0033 (+0,22%)
     

Piazza Affari in rialzo a inizio settimana, Wall Street pronta a toccare nuovi record

Antonio Cardarelli
·3 minuto per la lettura
Piazza Affari in rialzo a inizio settimana, Wall Street pronta a toccare nuovi record
Piazza Affari in rialzo a inizio settimana, Wall Street pronta a toccare nuovi record

Milano si conferma la migliore tra le Borse europee anche in avvio di settimana. Spinta dalle trimestrali e dal nuovo piano di stimolo, Wall Street si prepara a toccare nuovi massimi

Dopo i rialzi superiori al 6% della scorsa settimana, Piazza Affari riprende da dove aveva lasciato sfruttando l’effetto positivo del nuovo governo Draghi in via di formazione. Milano apre la seduta con il FTSE MIB a +1%, confermandosi la migliore in Europa. Avvio in verde anche per il Dax tedesco (+0,6%), per il CAC 40 francese (+0,4%) e per il FTSE 100 di Londra (+0,3%).

CONSULTAZIONI PER DRAGHI

Il premier incarico Mario Draghi comincerà oggi il secondo giro di consultazioni, anche se ormai la maggioranza che dovrebbe sostenere il nuovo governo sembra consolidata e più che mai ampia dopo il “sì” della Lega. Lo spread continua a rimanere sotto quota 100 punti base (non succedeva dal 2015) e i titoli di Stato italiani continuano ad attirare gli investitori stranieri, forti di una nuova credibilità dovuta proprio all’arrivo del nuovo premier che, entro mercoledì, potrebbe sciogliere la riserva sull’accettazione dell’incarico. A Piazza Affari, grazie alla discesa dello spread, prosegue il rally dei titoli bancari.

NUOVI MASSIMI PER TOKYO

Quella asiatica è stata una seduta euforica, in particolare per Tokyo. L’indice Nikkei 225 ha toccato un nuovo record degli ultimi 30 anni, chiudendo la sessione di oggi (lunedì) a quota 29.388 (+2,12%). Toniche anche le altre Borse asiatiche, con i mercati cinesi alle prese con le nuove regole antitrust per i big tech diffuse dal governo. A quanto pare, nella prima seduta della settimana i titoli di Tencent, JD.com e Meituan hanno retto bene, accumulando rialzi di circa l’1%, mentre Alibaba perde circa lo 0,6%. L’indice Hang Seng di Hong Kong si avvia verso una chiusura piatta, mentre Shanghai ha chiuso con un rialzo dell’1,03%. In calo, invece, l’indice sudcoreano Kospi dopo l’annuncia da parte di Kia e Hyunday di non essere attualmente coinvolte in progetti di sviluppo per l’Apple Car.

WALL STREET, FUTURES POSITIVI

Negli Usa un’ottima stagione delle trimestrali, sia per i finanziari che i big tech, potrebbe portare presto l’indice S&P500 a superare la soglia dei 3.900 punti e quindi a stabilire un nuovo record. Nella mattinata italiana i futures sono positivi per tutti e tre gli indici principali di Wall Street, rilanciati anche dalle parole di Joe Biden sui rapporti da tenere con la Cina “con un approccio diverso da quello di Trump”. Ovviamente a Wall Street cresce anche la fiducia per l’accordo sempre più vicino per il nuovo piano di stimoli da 1.900 miliardi di dollari.

IL PUNTO SUI VACCINI

A livello globale, intanto, cresce la fiducia per una ripresa economica solida nel 2021 grazie alla campagna di vaccinazioni di massa. Anche secondo la presidente della Bce Lagarde, questo sarà l’anno della ripartenza. Tuttavia, dal Sudafrica arriva la notizia del blocco della distribuzione del vaccino AstraZeneca perché ritenuto non efficace contro le nuove varianti del coronavirus.

MATERIE PRIME

Il cambio Euro/dollaro a 1,2046, sostanzialmente stabile. Petrolio in rialzo: il Brent aprile sfiora i 60 dollari al barile (a 59,9), il Wti marzo tratta a 57,45 dollari al barile. Oro stabile a 1.812 dollari l’oncia.