Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    29.865,58
    -525,42 (-1,73%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Piazza Affari in rosso: deboli gli industriali, oggi i conti di Tim

·1 minuto per la lettura

Tornano le vendite a Piazza Affari, complice la chiusura in rosso di Wall Street e dei listini asiatici. A Milano l'indice Ftse Mib si muove in territorio negativo, mostrando un calo di circa un punto percentuale a quota 24.612 punti. Ieri il listino ha aggiornato i top annui (close a 24.880, +0,07%) ma ancora una volta non è riuscito a chiudere sopra la soglia psicologica dei 25 mila punti. Intanto sui mercati globali hanno la meglio i timori legati a una accelerazione dell'inflazione che possa portare a una stretta monetaria prematura. In questo contesto ribassista l'unico titolo del Ftse Mib che riesce per il momento a strappare un segno positivo è Banco Bpm che avanza dello 0,62 per cento. Tra i peggiori del listino gli industriali, come Cnh Industrial (-1,8%) e Prysmian (-1,51%). In rosso anche Amplifon che cede circa 2 punti percentuali. Tra i titoli di Piazza Affari, in uscita i conti di Tim (-0,3%), debole Leonardo (-0,06%) nel giorno dell'assemblea. Da monitorare anche il comparto auto, e in particolare Stellantis, dopo i dati sulle immatricolazioni in Europa. Il titolo del gruppo nato dalla fusione tra Fca e Psa cede lo 0,8% e viaggia sotto la soglia di 15 euro. In particolare, Stellantis ha riportato ad aprile 226mila immatricolazioni di auto in Europa (UE+EFTA+UK), evidenziando un rialzo poderoso del 358,2% rispetto al corrispondente mese del 2020.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli