Italia markets closed
  • FTSE MIB

    20.648,85
    +295,87 (+1,45%)
     
  • Dow Jones

    28.725,51
    -500,10 (-1,71%)
     
  • Nasdaq

    10.575,62
    -161,89 (-1,51%)
     
  • Nikkei 225

    25.937,21
    -484,84 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    79,74
    -1,49 (-1,83%)
     
  • BTC-EUR

    19.698,19
    -361,19 (-1,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    443,49
    +0,06 (+0,01%)
     
  • Oro

    1.668,30
    -0,30 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    0,9801
    -0,0018 (-0,19%)
     
  • S&P 500

    3.585,62
    -54,85 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    17.222,83
    +56,96 (+0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.318,20
    +39,16 (+1,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8782
    -0,0040 (-0,45%)
     
  • EUR/CHF

    0,9674
    +0,0099 (+1,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,3551
    +0,0121 (+0,90%)
     

Piazza Affari in rosso, male Banca Generali

(Adnkronos) - Piazza Affari vira in rosso dopo un inizio di settimana positivo. La Borsa di Milano segue l’andamento negativo di Wall Street e del resto d’Europa, con gli investitori preoccupati da dati macroeconomici che continuano ad essere negativi, oltre che dalle previsioni non favorevoli sulla crescita europea ed internazionale. Crea ulteriore tensione l'annuncio dei referendum per l'annessione alla Russia nel Donbass e nella regione di Kherson. Aspettando le decisioni di domani della Fed, poi, l'euro resta vicino alla parità con il dollaro. Secondo Secondo Giuliano Gasparet, head of equity di Generali insurance asset management “sempre più aziende mettono in guardia sui propri profitti, abbassando le aspettative per la restante parte del 2022 e per il prossimo anno", con il bancario come unico settore che nelle ultime settimane va in direzione opposta, visto il rialzo dei tassi di interesse da parte delle banche centrali.

Il Ftse Mib perde l’1,66% e chiude a 21.773,75 punti. Qualche tensione sui titoli di stato, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi che sale sopra ai 225 punti base, per poi tornare attorno a quella soglia, mentre il rendimento decennale è sopra al 4% e in giornata tocca i massimi dal 2013.

Sul listino principale di Piazza Affari male Banca Generali (-5,89%), Amplifon (-2,42%), Azimut (-3,50%), Banca Mediolanum (-4,53%), Fineco (-4,02%), Interpump (-2,35%), Tim (-3,89%), Intesa Sanpaolo (-3,46%) e Unicredit (-1,50%). Quest’ultima, però, ha lanciato il nuovo servizio per rendere più sicuri i pagamenti internazionali delle aziende. Chiudono in positivo, infine, solo Nexi (+1,42%), Pirelli (+0,32%) e Moncler (+0,75%). (in collaborazione con Money.it)