Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.255,09
    -1.927,32 (-5,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Piazza Affari in rosso, tonfo di Enel

·1 minuto per la lettura

Le indicazioni relative l’economia cinese, dove le vendite al dettaglio e la produzione industriale nel mese di agosto hanno performato peggio delle stime, hanno penalizzato la seduta odierna dei listini europei. Sull’andamento di Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha segnato un -1,02% fermandosi a 25.762,1 punti, ha pesato in particolare la debolezza del comparto delle aziende di pubblica utilità.

Italgas ha chiuso in rosso dell’1,39%, Terna ha segnato un -2,09%, A2A un -4,21% ed Enel è stato il titolo che ha pagato il conto più salato con un -5,51%. A penalizzare il colosso energetico guidato da Francesco Starace sono state le notizie in arrivo dalla Spagna, dove il governo sta elaborando un piano per ridurre i prezzi dell’elettricità per gli utenti finali.

Tra le misure al vaglio c’è la possibilità di rivalersi direttamente sulle aziende di pubblica utilità: si tratta di un provvedimento, stimano gli analisti, che potrebbe avere un forte impatto sui conti di Endesa, controllata spagnola di Enel. Giornata negativa anche per Moncler (-5,16%), Amplifon (-2,41%) e Recordati (-2,63%).

Tra le performance migliori troviamo Stellantis (+2,29%), che ha capitalizzato la conferma della valutazione “buy” con revisione del prezzo obiettivo da 21 a 27 euro da parte degli analisti di Goldman Sachs, e STMicroelectronics (+0,25%), favorita dall’outlook sui prossimi mesi dell’Ad Jean-Marc Chery.

In vista del rinnovo dei vertici di Generali (+0,65%), i consiglieri non esecutivi hanno accolto favorevolmente la disponibilità del Ceo Donnet per un nuovo mandato.

Dal fronte titoli di Stato, lo spread Btp-Bund non ha fatto registrare variazioni di rilievo confermandosi a 99 punti base. (in collaborazione con money.it).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli