Piazza Affari scende ancora, FTSE MIB -0,9%

La Borsa di Milano ha chiuso oggi per la terza seduta di fila in ribasso. Il FTSE MIB ha perso lo 0,9% a 15.699,22 punti. Su Piazza Affari ha pesato anche oggi la crisi politica in Italia. Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ha dichiarato che l'esperienza del governo Monti è conclusa. Mediolanum e Mediaset hanno perso entrambi il 3,1% e sono stati i titoli peggiori del FTSE MIB. Dopo il crollo di ieri Saipem ha perso un ulteriore 2,8%. Ancora deboli i bancari. Banca MPS ha chiuso in ribasso dell'1,1%, UniCredit dell'1,3%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna dell'1,3%, Intesa Sanpaolo dello 0,9%, UBI Banca dello 0,3%, Banco Popolare dell'1,4% e Mediobanca del 2,8%. Banca Popolare di Milano ha guadagnato lo 0,5%. La banca milanese ha raggiunto un accordo con i sindacati sulla riduzione di 700 posti di lavoro. Impregilo ha chiuso in rialzo del 3,4%. Gli investitori hanno accolto positivamente il piano industriale annunciato ieri dal general contractor. Fiat ha guadagnato lo 0,8%. Il Lingotto ha annunciato 1.500 licenziamenti in Polonia a seguito della debole domanda di auto in Europa.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito